Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gubbio, navetta in centro slalom tra le auto in sosta

Euro Grilli
  • a
  • a
  • a

Dopo circa tre settimane (il servizio è partito mercoledì 14 settembre) il bilancio relativo al servizio navetta gratuita nel centro storico di Gubbio offre qualche spunto positivo ma non sembra essere particolarmente brillante.

 

 

Spesso le navette transitano con poche persone, a volte sono vuote o al massimo con una una-due persone a bordo. Si tratta, è vero, di un primo periodo sperimentale che durerà fino al 31 ottobre, e che quindi ha bisogno di essere metabolizzato negli usi e costumi degli eugubini, ma restano difficoltà. Le auto parcheggiate all’interno del centro sono sempre tante (troppe) al punto che la stessa navetta, come si vede chiaramente nella foto scattata in via XX Settembre, fa fatica a passare a causa dell’interminabile fila di mezzi in sosta (a volte anche furgoni e altri tipi di mezzi da trasporto) con i pedoni costretti a fare la gimcana perché in molte vie della città di pietra mancano i marciapiedi (proprio come in via XX Settembre).

 

 

Entrato in vigore come detto in via sperimentale, il servizio garantisce il passaggio della navetta con una frequenza di 15 minuti circa, ed è attivo dalle 6,30 alle 20. Rende accessibili i punti strategici della città: il capolinea è in Piazza 40 Martiri, poi la navetta attraversa il viale del Teatro Romano, Borgo Santa Lucia, transita di fronte al teatro comunale, attraversa San Martino, via dei Consoli, largo Bargello, piazza Grande, via XX Settembre, via Dante (con accesso alla Funivia), corso Garibaldi, via Cairoli, via Mazzatinti, per poi tornare al capolinea. Le navette hanno una capienza di 22 posti ma, come detto, spesso sono semivuote.