Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, aggressione in centro. Sentiti dai carabinieri alcuni testimoni

Maria Luce Schillaci
  • a
  • a
  • a

A Terni proseguono a ritmo serrato e nel massimo riserbo le indagini dei carabinieri per individuare l’aggressore che nella notte tra giovedì 22 e venerdì 23 settembre ha accoltellato in pieno centro un marocchino di 35 anni tuttora ricoverato al Santa Maria in prognosi riservata. I militari dell'Arma anche in queste ore stanno ascoltando alcuni testimoni per ricostruire la dinamica dei fatti, in particolare il gruppo di amici con cui si trovava il nordafricano la notte dell’aggressione. Al vaglio anche le immagini registrate dalla telecamere di videosorveglianza collocate nella zona per riuscire a dare un volto e un nome all’aggressore. Tutto è avvenuto in poco tempo, a due passi da palazzo Spada, in piazza Ridolfi. Secondo una prima ricostruzione dell’Arma, intorno alle 4 del mattino il marocchino, mentre passeggiava con alcuni amici, sarebbe stato avvicinato improvvisamente da una persona che, senza alcuna apparente ragione, dopo aver scambiato con lui due parole, lo ha colpito con un fendente al corpo facendolo accasciare immediatamente al suolo mentre fuggiva via dileguandosi nel buio.

Poi l’allarme, il soccorso dei sanitari del 118, la corsa in ospedale e l’intervento dei militari del Nor della compagnia di Terni. Le indagini dunque stanno continuando mentre i carabinieri del comando provinciale parlano di “un episodio di violenza gratuita che al momento non trova giustificazioni, se non in atti posti in essere da sbandati sotto l’influenza di alcol e droga”. Le piste però sono ancora tutte aperte, non è escluso che possa essersi trattato di un regolamento di conti, forse legato allo spaccio, e a questioni di soldi.

Intanto le condizioni del 35enne restano piuttosto gravi. L’uomo, residente da tempo in città, si trova ricoverato all’ospedale ternano in terapia intensiva con una ferita da arma da taglio tra il torace e l’addome. E dunque le prossime ore saranno fondamentali per comprendere l’evolversi del suo stato di salute.