Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid in Umbria, numeri in crescita da 12 giorni. Gammaitoni: "Prove tecniche di quarta ondata"

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Torna a salire l’indicatore dei contagi Covid. Negli ultimi 12 giorni in Umbria gli attualmente positivi - saldo tra guariti e nuovi casi - sono cresciuti di oltre mille unità.
Per la precisione 1.022. Si è passati da 2.715 del 12 settembre ai 3.737 di ieri. La quota dei ricoverati è in discesa (ieri 101, -3 rispetto a venerdì e un posto letto occupato in terapia intensiva) ma visto che gli ospedalizzati in media iniziano a salire con 15 giorni di distanza rispetto alla curva dei contagi, per ottobre si paventa un nuovo allarme negli ospedali. Gli esperti già parlano di nuova escalation. 
Luca Gammaitoni, fisico dell’università di Perugia che studia l’andamento della pandemia in Umbria con modelli statistico matematici sin dall’inizio, parla di “prove tecniche di quarta ondata” nel 2022. “Come avevamo ipotizzato qualche settimana fa - scrive Gammaitoni su Fb - in Umbria stiamo assistendo ad una ripresa del numero di contagi giornalieri che fa prevedere una possibile quarta ondata. In accordo con l’andamento recente dell’epidemia, a meno di fatti nuovi rappresentati da possibili varianti, ci si attende un’ondata di ampiezza più contenuta o confrontabile con le altre che l’hanno preceduta nel 2022 (linea verde). Se così fosse, non dobbiamo allarmarci ma semplicemente mantenere un atteggiamento di prudenza, indossando la mascherina nei luoghi chiusi e affollati. Inoltre, come il confronto con la curva delle ospedalizzazioni ampiamente dimostra, è molto importante vaccinarsi e completare il ciclo vaccinale con la quarta dose, soprattutto per i soggetti anziani e/o fragili”.
 

Anche secondo l’analisi del nucleo epidemiologico regionale pubblicata giovedì “l’Rt sulle diagnosi calcolato per gli ultimi 14 giorni con media mobile a 7 giorni è in leggero aumento attestandosi a 1.23, così come mostra un trend in leggero aumento in tutte le classi d’età, anche l’andamento regionale dell’incidenza settimanale mobile per classi di età. 


La distribuzione territoriale dell’incidenza rileva valori in leggero aumento rispetto alla settimana precedente”. Il bollettino di ieri riporta di altri due morti legati al virus. Prosegue come detto l'aumento degli attualmente positivi 3.737, (+132 in 24 ore), con un aumento del 15,7% rispetto alla scorsa settimana. I nuovi casi sono stati 485 e i guariti 351.
In crescita il tasso di positività: su 2.045 test processati ieri era al 23,7% mentre si attestava al 20% sabato scorso.