Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, festival e rievocazioni: eventi ed appuntamenti del weekend 23, 24 e 25 settembre

Simona Maggi
  • a
  • a
  • a

Rievocazioni, feste e tanto divertimento. Ecco i protagonisti del fine settimana. Gran finale domenica sera per il Festival del Medioevo a Gubbio che è dedicato alla memoria della medievista scomparsa nello scorso mese di aprile. La chiusura della kermesse sarà focalizzate sulla figura di Federico da Montefeltro, il condottiero, mecenate e umanista del XV secolo, del quale quest’anno ricorrono i seicento anni della nascita, avvenuta proprio a Gubbio, il 7 giugno 1422. A chiudere il Festival, domenica 25 settembre, sarà lo storico Duccio Balestracci che presenterà in anteprima il suo libro “Il Duca. Vita avventurosa e grandi imprese di Federico da Montefeltro”. Sarà Perugia Umbriefiere di Bastia Umbra ad ospitare domani e domenica e poi 1 e 2 ottobre il Festival dell'Oriente. I protagonisti saranno mostre fotografiche, bazar, stand commerciali, gastronomia tipica, medicine naturali, che si alterneranno nelle numerose aree tematiche dedicate ai vari Paesi in un continuo ed avvincente susseguirsi di show, incontri, seminari ed esibizioni. I visitatori potranno interagire e sperimentare gratuitamente decine di terapie tradizionali, visitare il settore dedicato alla salute e al benessere con i suoi padiglioni dedicati alle terapie olistiche le discipline bionaturali, lo yoga, ayurvedica, fiori di bach, theta healing, meditazione, spazio vegano, reiki, massaggi, shiatsu, bio musica, rebirthing, integrazione posturale e molte altre ancora.

 

 

Andrà avanti fino al 29 settembre il Palio de San Michele a Bastia Umbra. Con l’apertura delle taverne enogastronomiche e con lo spettacolo teatrale si è aperta ufficialmente la 60esima edizione del Palio de San Michele. Fino a sabato sera i rioni Sant’Angelo, Moncioveta, Portella e San Rocco, sfileranno nell’ordine in piazza Mazzini nel consueto spettacolo teatrale e scenografico delle sfilate. Lunedì 26 si terrano i Giochi in piazza. Mercoledì 28, adrenalina e passione si fonderanno insieme con la Lizza (la storica staffetta tra due bidoni collocati all’estremità di piazza Mazzini), a seguire l’assegnazione del Palio. Tutte le sere è possibile degustare tutti i piatti tipici della cucina umbra nelle taverne enogastronomiche rionali. Fino a domani sera rappresentazioni uniche di spettacoli teatrali itineranti dove scenografie fisse e mobili, saranno il palcoscenico a cielo aperto di storie appassionanti e di grande fervore. La giuria tecnica di quest'anno è composta da personalità di riconosciuta fama nazionale nel mondo dello spettacolo: Gianfranco Anzini (regista, autore televisivo – Presidente di giuria), Silvia Tagliaferri (costumista), Paolo Monachesi (light designer), Ketty Roselli (attrice, cantante, conduttrice), Pio Stellaccio (attore) e Laura Soprani (scenografa, scultrice, artista, arredatrice, design). L’ordine delle sfilate della 60esima edizione è il seguente: oggi il rione Portella con “Sognando il cielo” e domani il rione San Rocco chiuderà le sfilate con “Quantestorie”. Lunedì 26 settembre la seconda sfida tra i rioni con i Giochi in piazza. Mercoledì 28 settembre l’evento clou del Palio: la Lizza. Sedici atleti, 4 per rione, si contenderanno la vittoria in un’emozionante e spettacolare staffetta 4x400 metri, corsa tra due ripartenze (bidoni, ndr) tra i sanpietrini di piazza Mazzini. Al termine della gara, la giuria tecnica decreterà la classifica delle sfilate e, in base ai punteggi ottenuti nelle tre prove (sfilate, giochi e lizza), verrà assegnato il Palio della 60a edizione, realizzato dall’artista fiorentina Paola Impasimato.

 

 

Spostandosi a Gualdo Cattaneo, il borgo oggi e domani ospiterà il Festival delle birre agricole artigianali. Sarà possibile scegliere nei due giorni tra 60 birre prodotte in 11 birrifici locali. Si alzerà oggi il sipario sulla Giostra dell'Arme a San Gemini (Terni). Fino al 9 ottobre i due rioni Piazza e Rocca si sfideranno per aggiudicarsi il trofeo. La festa è nata in veste di giochi popolari e negli anni si è poi evoluta con una ricchissima offerta di eventi e manifestazioni in onore del Santo Patrono Santo Gemine (il 9 ottobre). L’ultimo giorno presso il Campo de li Giochi si può assistere alla tanto attesa Giostra alla quale assistono migliaia di persone. L’esibizione del gruppo degli sbandieratori di San Gemini dà il via al momento attesa per un anno intero da ogni paesano. i due rioni si contendono il palio di argento in una avvincente gara equestre considerata dagli storici una delle manifestazioni a carattere rievocativo più importanti e difficili d’Italia. Si inizierà dunque oggi alle 17 in via Casventino con l'apertura de "Le Botteghe artigiane". Seguirà alle 17.30 in piazza Palazzo Vecchio "Una tavolozza di fiori", riproduzione di un quadro medievale con polvere di fiori. Dalle 18 alle 23 piazza Palazzo Vecchio farà da cornice a “Lo borgo prende vita”. I cavalieri, gli uomini d’arme e la compagnia dell’Ariete aspettano i visitatori per partecipare insieme a un viaggio alla scoperta di armi, armature e vesti del XIV/XV secolo. Non mancheranno banchi del Cerusico e la vestizione dei soldati; con ricostruzioni basate su fonti e reperti. Dalle 19.30 apertura delle taverne rionali. La serata continuerà alle 21 in piazza San Francesco con "Open day", manifestazione promossa e realizzata dall’associazione sbandieratori di San Gemini e dalla scuola di bandiera “Agostino Tabarrini”. Domani si inizerà alle 17 sempre in piazza San Francesco con i giochi popolari. Dalle 17.30 si terrà l'apertura, per le vie del borgo, delle mostre e dei quadri medievali. Seguirà poi nella serata di domani la cerimonia di apertura della XLIX edizione della Giostra dell'Arme. Location dell'evento sarà piazza San Francesco. Si inizierà alle 21.15 con il bando di annunzio dell’inizio dei festeggiamenti, seguirà alle 22 l'esibizione dei giovani allievi della scuola di bandiera Tabarrini. La cerimonia si concluderà alle 22.30 con il bando di sfida a cura dei Rioni Piazza e Rocca.