Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Piediluco, seggio elettorale a due chilometri dal centro: protestano i residenti

Simona Maggi
  • a
  • a
  • a

“Non è possibile che per votare domenica 25 settembre 2022 noi residenti a Piediluco dobbiamo fare due chilometri”. Questa le denuncia che arriva da un lettore che vive nel borgo sulle sponde del lago in provincia di Terni e lamenta che il seggio verrà allestito in un residence oltre il centro remiero. di canottaggio

 

 

 

“L'80 per cento della popolazione che vive al lago è anziana – continua il lettore - e percorrere due chilometri diventa un problema. Mi sono attivato telefonando in Comune, a Terni, cercando il sindaco Latini, ma non ho ricevuto risposta. Sarebbe stato più opportuno mettere il seggio in un locale al centro del borgo lacustre per permettere a tutti di raggiungerlo facilmente. Invece in questa maniera è davvero complicato. La speranza è che l'amministrazione ci venga incontro e possa trovare una soluzione anche se ormai non credo sia possibile visto che mancano soltanto un paio di giorni per andare alle urne”.

L'ex presidente della circoscrizione Velino, Sandro Piccinini, che conosce bene le criticità della zona, conferma che il seggio verrà allestito, per i 500/600 votanti, oltre il centro remiero.

 

 

 

“Il seggio verrà allestito al residence Albornoz – spiega Piccinini - per permettere ai residenti di Piediluco di votare. In prima battuta era stata proposta la scuola materna all'ingresso dei Campacci a Marmore. E non era proprio possibile tanto che è stata fatta una petizione e scelto l'hotel Miralago, ma avendo delle prenotazioni non era possibile. Quindi si è fatto avanti il titolare del residence ed è stata trovata questa soluzione. E' vero che il seggio dal centro del borgo lacustre dista due chilometri e può creare problemi, ma altre soluzioni non erano possibili. Fino al 1992 il seggio è stato allestito alle scuole elementari di Piediluco, poi è stato spostato alle medie, sempre di Piediluco, fino al 2019 ed ora al residence oltre il centro remiero. Capisco la scomodità, ma cerchiamo di essere uniti e lancio l'appello a tutti i residenti: andiamo a votare”.