Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alla Ternana il derby con il Perugia: Partipilo-gol, Di Carmine si fa parare un rigore

  • a
  • a
  • a

TERNANA (4-3-2-1): Iannarilli; Mantovani, Sorensen, Capuano, Corrado (32’ st Diakite); Coulibaly (19’ st Cassata), Di Tacchio, Agazzi; Partipilo (40’st Raul Moro), Palumbo (25’ st Celli); Favilli (40’ st Donnarumma). A disp.: Krapikas, Proietti, Rovaglia, Paghera, Ghiringhelli, Defendi, Martella. All.: Lucarelli

PERUGIA (3-5-1-1): Gori; Sgarbi, Rosi (25’ st Olivieri), Dell'Orco; Casasola, Bartolomei, Luperini, Santoro (12’ st Strizzolo), Paz (12’ st Beghetto); Kouan; Di Carmine (20’ st Melchiorri). A disp.: Furlan, Moro, Righetti, Iannoni, Angella, Vulikic, Vulic, Di Serio. All.: Castori.

Arbitro: Di Bello di Brindisi

Rete: 47’ pt Partipilo

Note: ammoniti Coulibaly (T), Partipilio (T), Agazzi (T), Strizzolo (P), Casasola (P)

 

 

 

Un gol di Partipilo regala il derby umbro alla Ternana dopo una gara tirata, giocata al Liberati di Terni davanti a quasi 12 mila spettatori (il dato esatto è di 11.828, di cui 510 ospiti e 1.723 abbonati, incasso 139.333 euro, con rateo abbonati di 13.785,39).

La gara ha avuto una svolta al 25’ del primo tempo quando l’arbitro Di Bello, su indicazione del Var Abbattista, è andato a rivedere l’immagine di un contatto in area tra Coulibaly e Casasola, decretando un calcio di rigore in favore del Perugia. Alla battuta si è portato Di Carmine che ha calciato sulla sinistra di Iannarilli che ha intuito la traiettoria e ha addirittura bloccato la palla in due tempi.

 

 

 

 

La Ternana ha sbloccato il risultato nel recupero del primo tempo: punizione di Palumbo sul secondo palo, difesa perugina che si fa sorprendere dall’inserimento di Partipilo, ultimo uomo sul fronte opposto, che con un tocco morbido e preciso trafigge Gori. E’ il gol con cui si va al riposo che risulterà, alla fine, anche quello decisivo.

Nella ripresa i grifoni provano a raddrizzare il risultato, la Ternana controlla senza troppi patemi e punge in contropiede, avendo anche la possibilità di raddoppiare.

Alla fine esplode la festa del Liberati: la Ternana sale a 10 punti in classifica, in piena zona play off. Il Perugia resta in fondo alla classifica: in bilico la panchina del tecnico Castori.

 

Foto Stefano Principi