Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, il ministro Giorgetti in visita all'Ast: "Ultimo miglio per l'accordo di programma"

  • a
  • a
  • a

Idrogeno, aiuti contro il caro energia, con pressing sull’Europa, accordo di programma in dirittura d’arrivo. Corre su un triplo binario il piano che il Gruppo Arvedi ha posto sul tavolo nell’incontro tenuto nel pomeriggio di martedì 13 settembre 2022, nello stabilimento di viale Brin, a Terni, con il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti.

“Ad oggi il prezzo dell’energia non è più compatibile con il settore dell’acciaio, in Italia e in Europa - ha spiegato il responsabile del governo - e spero che da Bruxelles arrivino decisioni in fretta. E anche qui a Terni, in questo sito, stiamo andando nella direzione dell’idrogeno”.

 

 

L’esponente della Lega ha trascorso buona parte del pomeriggio all’acciaieria: prima un incontro con il cavalier Giovanni Arvedi, il primo summit con un esponenti del governo dopo il cambio di proprietà del polo siderurgico; poi una visita all’interno della fabbrica a cui hanno preso parte anche gli altri rappresentanti delle istituzioni presenti, ossia la presidente della Regione, Donatella Tesei, il sindaco di Terni, Leonardo Latini, il vicesindaco, Benedetta Salvati, la presidente della Provincia, Laura Pernazza e l’assessore regionale allo Sviluppo, Economico Michele Fioroni.

Diversi i punti affrontati nella discussione, a cominciare dalla difficoltà attuali delle imprese, e quindi anche di Ast, per il fattore energetico.

 

 

“Stiamo affrontando con pazienza tutti i nodi - ha spiegato Giorgetti parlando con la stampa al termine del summit - anche se la situazione è molto complicata per tutte le questioni che si sono sommate in questi giorni. Ma con pazienza stiamo affrontando tutto. Anche qui su Terni stiamo andando nella direzione dell’idrogeno, è una parte importante anche per il rilancio di questo sito. Da questo punto di vista, possiamo dire che una parte dei fondi arriverà dal Pnrr e siamo in una fase avanzatissima, anche se al momento il percorso è un po' più complicato dal conflitto in Ucraina”.

Buone nuove anche sull’accordo di programma per il sito ternano. “Per quanto riguarda l’accordo di programma per Ast - sono state le sue parole -  per il Mise siamo già al traguardo, mentre per il percorso che riguarda l’idrogeno e il Pnrr siamo all’ultimo miglio”.

In queste ore poi il governo ragiona sui decreti aiuti, con nuovi fondi a disposizione di famiglie e imprese. “Entro giovedì contiamo di arrivare alla conversione - ha spiegato Giorgetti - ma allo stesso tempo spero che l’Unione Europea prenda una decisione in fretta in questo senso. Ho letto che la prossima riunione utile è stata convocata al 30 settembre. Ad oggi il prezzo dell’energia non è compatibile con il settore dell’acciaio così come altri settori, in Italia e in Europa”.