Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gualdo Tadino, presentato il palio dei Giochi de le Porte. Apprezzamento unanime per l'opera di Stefania Fabrizi

Salvatore Zenobi
  • a
  • a
  • a

Un applauso lungo scrosciante, un’ovazione, in un teatro Talia di Guardo Tadino che non è riuscito a contenere i portaioli presenti, ha salutato il momento - preceduto dalle chiarine - in cui per la prima volta è stato possibile ammirare il palio 2022 realizzato dall’artista Stefania Fabrizi. Lo scenario suggestivo del teatro Talia, pieno all’inverosimile, lo ha reso ancora più emozionante. Un teatro “popolato” di portaioli che ha vissuto con emozione questo momento, reso ancora più intenso dall’attesa di conoscere anche il nome dell’artista che ha realizzato il Palio. Attesa che è stata premiata dall’opera di Stefania Fabrizi che ha colpito i presenti. Mai, in tempi recenti, il giudizio positivo sul Palio che andrà a chi vincerà i Giochi de le Porte è stato pressoché unanime come domenica sera.

 

 

A fare gli onori di casa il presidente dell’Ente, Claudio Zeni, il sindaco Massimiliano Presciutti, il direttore del Polo museale, Catia Monacelli, il gonfaloniere, Andrea Farinacci, i priori Marco Brunetti, Marco Gubbiotti e Marco Pannacci e le priore Eleonora Giovagnoli. Barbara Raggi, Federica Sabbatini e Stafania Comodi nonché la stessa Stefania Fabrizi, il presidente della Pro Tadino, Carlo Giustiniani, con Lisa Chiavini a fare da moderatrice. Nel corso della serata è stata ricordata la figura del notaio Antonio Fabi, recentemente scomparso, con l’annuncio che la famiglia continuerà a sostenere il premio per il miglior corteo storico, affiancata quest’anno anche dal notaio Salvatore Napolitano.

 

 

Sono nove anni che il Palio nasce da una collaborazione tra il Polo museale e l’Ente. Catia Monacelli, ha presentato l’artista e l’opera, Stefania Fabrizi si è detta particolarmente emozionata e ha ringraziato la città per l’accoglienza. La giornata si è conclusa con la cerimonia di consegna del Palio 2022 presso la basilica di San Benedetto dove è stato portato domenica sera e che, dopo che Marco Brunetti, a nome dei Priori, ha letto la fase di rito, è stato collocato presso la cappellina di San Michele Arcangelo, dove sarà possibile ammirarlo sino ai tre giorni dei Giochi dal 30 settembre al 2 ottobre.