Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Incidente a Gubbio, oggi sabato 10 settembre i funerali di Amedeo Baldinucci. La moglie ancora in gravi condizioni

Euro Grilli
  • a
  • a
  • a

Il medico legale del tribunale di Perugia Annamaria Verdelli ha eseguito a Branca, all’obitorio dell’ospedale comprensoriale di Gubbio e Gualdo Tadino, la ricognizione cadaverica esterna sul corpo di Amedeo Baldinucci, vittima dell’incidente stradale verificatosi mercoledì pomeriggio pochi minuti prima delle 15 al chilometro 13,250 della Variante alla SS 219 Pian d’Assino, tra le uscite di Padule e Spada. Il sostituto procuratore della Repubblica Paolo Abbritti, che conduce le indagini, proprio per il fatto che fin dal primo momento sembravano non sussistere ragionevoli dubbi sulla causa della morte, non ha chiesto l’esame autoptico ma la visita esterna. Da quanto si è potuto apprendere la causa della morte è riconducibile alle conseguenze del fortissimo trauma toracico e facciale, esattamente come aveva riferito il medico del 118 intervenuto sul luogo dell’incidente.

 

 

Per quanto riguarda le condizioni di Angela Lispi (68 anni), la moglie, la situazione è sempre molto grave. La donna, dopo le prime cure a Branca, era stata elitrasportata all’ospedale di Perugia dove è stata sottoposta a più interventi che sono perfettamente riusciti e che hanno contribuito in maniera importante a stabilizzarne il quadro generale. L’uomo di 67 anni originario di Gubbio, residente a Perugia, alla guida della sua Toyota Yaris (un’altra delle auto coinvolte), ha avuto una prognosi di guarigione di 30 giorni, ed è già a casa. Il ventottenne di Assisi, deve rispondere delle ipotesi si reato di omicidio stradale e lesioni gravissime. Era alla guida della Fiat Punto e per cause ancora in fase di accertamento (i rilievi sono stati effettuati dal vicecomandante della polizia municipale Massimo Pannacci e dell’appuntato Paola Franciosa) si è scontrato frontalmente con la Polo guidata da Baldinucci che transitava in direzione opposta. Subito dopo il sinistro è stato soccorso e ricoverato all’ospedale di Branca, ma le sue condizioni non sono mai state preoccupanti tanto da autorizzare i sanitari a dimetterlo.

 

 

Questa mattina, sabato 10 settembre, alle 11 l’impresa funebre Filippetti trasferirà la salma di Amedeo Baldinucci dall’ospedale a alla chiesa parrocchiale di Padule dove verrà quindi allestita la camera ardente. Alle 14,30 sarà celebrato il rito funebre da don Mirko Orsini. Baldinucci, stimato ex professore, è stato anche consigliere comunale.