Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Narni, fa il bagno alle Mole. Scoperto e denunciato dopo un mese

  • a
  • a
  • a

La ricerca non è stata facile. Per rintracciare a Roma l’uomo che aveva fatto il bagno alle Mole di Narni (nella foto) non rispettando il divieto di balneazione nel fiume Nera e gli inviti ad uscire della polizia locale, c’è voluto un po’ di tempo. Ma, alla fine la notifica degli atti della denuncia è stata eseguita regolarmente nel Municipio della Capitale dove il trasgressore del divieto risiede e il procedimento ora è partito.  I fatti risalgono ad un mese fa. Era il 6 agosto scorso quando il cittadino romano ha violato il divieto di balneazione che era stato prorogato e rinforzato fino al 30 settembre, a causa dei lavori di manutenzione alla turbina tre della centrale idroelettrica. Segnalata la violazione dal personale di sicurezza che cerca di dissuadere i turisti a fare il bagno, si è dovuta attivare la polizia locale perché l’uomo proprio non voleva andarsene. È nata una discussione tra il trasgressore e gli agenti. E lui, per protesta, non se ne voleva andare. Dopo i numerosi inviti ad uscire non rispettati, gli agenti hanno preso atto della situazione e hanno dovuto procedere. Così la denuncia è partita.

Il divieto di balneazione è stato imposto con ordinanza contingibile e urgente dall’attuale giunta comunale. Il romano dovrà rispondere alla violazione dell’articolo 650 del codice penale che fa riferimento proprio all’inosservanza di provvedimenti dell'autorità dati per ragioni di giustizia. Spetterà al giudice decidere se prosciogliere l’uomo, sanzionarlo con 206 euro di ammenda o con una pena fino a tre mesi di arresto.

Nel corso degli ultimi mesi la spiaggia delle Mole di Narni è stata presa d'assalto da visitatori, provenienti anche da fuori regione, attirati dalla bellezza delle acque dal caratteristico colore azzurro. Ora il Comune di Narni ha deciso di regolamentare gli accessi confermando il divieto di balneazione nel fiume Nera.