Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Piscine dello Stadio, l'associazione Codici pronta a rivolgersi alla Corte dei Conti

Maria Luce Schillaci
  • a
  • a
  • a

Ancora in primo piano a Terni la vicenda delle piscine dello Stadio che ora finisce sotto la lente della Corte dei Conti. A portarcela è l’associazione che difende i consumatori Codici “perché - precisa l’associazione – tutto è ancora nelle mani del vecchio gestore malgrado quanto accaduto”.

Codici chiede l’intervento della Corte dei Conti dopo la class action già avviata nelle scorse settimane per il rimborso degli abbonamenti, per i tanti cittadini che non hanno potuto utilizzare l’abbonamento sottoscritto in seguito all’improvvisa chiusura dell’impianto.

 

 

“Le richieste di assistenza da parte dei consumatori continuano a registrarsi – precisa Codici – ma ora abbiamo deciso di fare un passo in avanti”. “Abbiamo deciso di portare la questione all’attenzione della Corte dei conti – annuncia Massimo Longarini, segretario di Codici Umbria - . Alla base di questo c’è il rinnovo da parte del Comune della convenzione con la società che gestisce l’impianto. A nostro avviso si tratta di un comportamento scorretto. La società, infatti, ad oggi non ha ancora rimborsato gli abbonati. Crediamo che sulla scelta del Comune, che contestiamo con forza, sia opportuno il pronunciamento della magistratura contabile”.

La vicenda dell’impianto ternano è arrivata anche a livello nazionale: “Con il passare dei mesi – dichiara Ivano Giacomelli, segretario nazionale di Codici – il caso delle piscine dello stadio di Terni invece che risolversi, diventa sempre più ingarbugliato e paradossale. La realtà è sotto gli occhi di tutti. C’è un impianto che ha chiuso per alcuni mesi e ci sono degli abbonati che non hanno potuto usufruire dei servizi previsti nel pacchetto sottoscritto e pagato. Al di là dei motivi della sospensione delle attività – conclude - è evidente che i consumatori hanno subito un danno e hanno quindi il diritto di essere rimborsati”.

 

Codici fa infine sapere che "la class action continua. Gli abbonati interessati a aderire possono contattare l’associazione al numero telefonico 06.55.71.996 oppure all’indirizzo di posta elettronica [email protected] Nel frattempo nella struttura prosegue la stagione estiva che sta ormai volgendo al termine: a chiudere le danze sarà la manifestazione ‘Braciami, street food festival’, spostata all’8 settembre e fino all’11 a causa del maltempo. Carne alla brace, hamburger, fritti di ogni genere ma anche spettacoli e divertimento per i più piccoli. Quattro giorni dedicati alla ristorazione, ai concerti e all’intrattenimento con performance di artisti di strada e giochi per bambini. L’impianto al momento, per la parte natatoria, è in mano a un affidamento provvisorio, ovvero fino a settembre, a una nuova subconcessione, l’Asd toscana Virtus Buonconvento che ha già in gestione una quindicina d’impianti natatori.