Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, niente sosta per le moto nei parcheggi in centro

  • a
  • a
  • a

Niente moto o motorini nei parcheggi gestiti da Saba: gli accessi consentiti sino a qualche settimana fa hanno avuto il disco rosso. Questo perché manca una regolamentazione apposita. La conferma arriva dall’assessore comunale alla viabilità, Luca Merli. La decisione sarebbe della società dopo aver accertato che mancano disposizioni precise negli atti interni. Un residente dell’acropoli, Lorenzo Tiacci, ha inviato una lettera in redazione per porre il problema.

 

 

 

 

“Sono un residente del centro storico - scrive - uno dei pochi ancora rimasti, e volevo segnalare l’ennesimo colpo alla vivibilità del centro. Con decisione unilaterale, nel pieno della stagione estiva, mi è stata comunicata da Saba l’interruzione a partire dal mese di agosto 2022 del mio abbonamento per la moto presso il parcheggio Sant’Antonio. Telefonando per avere spiegazioni, mi è stato detto che la decisione è dovuta al fatto che, da un esame della documentazione interna a Saba, tutti i parcheggi gestiti dall’azienda non avrebbero l’autorizzazione ad ospitare motocicli. Di questo se ne sarebbero accorti dopo almeno 20 anni durante i quali ho regolarmente sottoscritto l’abbonamento per la moto e regolarmente, come molti altri utenti, ho parcheggiato la moto all’interno del parcheggio. Risultano davvero strane le modalità e le tempistiche di attuazione di tale decisione: possibile che non si potesse posticipare la decisione almeno fino alla fine della stagione estiva? Possibile che non si potesse porre rimedio tramite un aggiornamento alla documentazione prima di interrompere un servizio in abbonamento su cui i residenti contavano? Vorrei inoltre fare una considerazione sulle conseguenze di questo mancato servizio. Come tutti sanno i residenti in centro storico sono in continuo calo da tempo, e le varie amministrazioni comunali, inclusa quella corrente, si sono poste come obiettivo la ripopolazione del centro”.

 

 

 

 

 

 

Da qui la richiesta di intervento di Palazzo dei Priori. “Possibile - continua Tiacci - che il Comune non possa intervenire per far garantire a Saba l’erogazione di un servizio a favore dei residenti? La possibilità di custodire al sicuro un motociclo in centro è di vitale importanza per molti residenti, vista la difficoltà di parcheggio delle auto e la difficoltà ad accedere ad abbonamenti per posti auto nei parcheggi Saba, abbonamenti limitati nel numero per i quali ci sono lunghe liste di attesa (circa 2 anni). Forse questa sarà anche per me la goccia che fa traboccare il vaso, e mi farà prendere la decisione di lasciare il centro dopo tanti anni”.