Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, la Turrenetta ristrutturata sarà Casa del Jazz

  • a
  • a
  • a

La Turrenetta ristrutturata sarà Casa del jazz. Con tanto di entrata laterale anche da via Bartolo. Ecco la novità. L’acquisto di un immobile da parte di Palazzo dei Priori è stato quasi definito. Atto di compravendita fissato per l’8 settembre. La nuova fisionomia permetterà sia alla struttura di “staccarsi” dal grande contenitore del Turreno, dotandosi di un proprio foyer, sia di ampliare gli spazi a disposizione dello stesso Turreno.
Il progetto - che verrà presentato nelle prossime settimane, fa sapere l’assessore all’urbanistica, Margherita Scoccia - ha preso corpo con la delibera di giunta interna del 15 dicembre 2021, con cui “è stato disposto di esperire un un'indagine di mercato allo scopo di individuare un immobile in via Bartolo da acquisire in proprietà, tra i quattro insistenti tra i civici 7 e 21, confinanti con la Turrenetta e ubicati alla medesima quota”.

 

 

 

 

Rispetto alla ristrutturazione del Turreno quella della sala attigua ha tempi di gestazione più rapidi. Nel cronoprogramma aggiornato ad inizio 2022 è prevista la realizzazione e l'inaugurazione della nuova Turrenetta, come corpo a sé, con tempi più contenuti rispetto al progetto complessivo. Nel documento si fa riferimento alla primavera 2024. Dopo anni di ritardi per i lavori del Turreno, i vincoli dei fondi Ue fissano una linea invalicabile: giugno 2026. Questi i tempi previsti per la rendicontazione dei lavori dalla nuova fonte di finanziamento. In caso contrario si perde lo stanziamento. Fino ad oggi si è andati di slittamento in slittamento. I 2.889.379,04 euro inizialmente previsti nella programmazione dei fondi europei Por Fesr, la cui rendicontazione doveva concludersi entro il 2023 e per i quali il progetto del Turreno - il definitivo deve ancora essere approvato - non avrebbe mai fatto in tempo, sono stati trasferiti in corsa nel piano di sviluppo e coesione. Ne è stato dato conto in queste colonne lo scorso marzo.
In attesa del bando di gestione, in Comune ha preso corpo l’idea di rendere lo spazio della Turrenetta un locale dedicato al jazz non solo durante la manifestazione estiva ma tutto l’anno. Un locale di intrattenimento, con servizio di “food and beverage”. Con la Fondazione che dovrà promuovere fattivamente il progetto, al momento allo stato embrionale. 

 

 

 

 

 

 

 

Di fondazione in fondazione: la stessa strada potrebbe imboccare la nuova vita del mercato coperto, dopo il naufragio del progetto della cordata di imprenditori che doveva gestirlo.
Qui si attende il nuovo bando ma l’idea del museo del cioccolato, partendo dalla Perugina fino ad arrivare a Eurochocolate, sembra al momento predominante. Il bando di diceva: è atteso entro l’anno e gli uffici sono al lavoro sia per una nuova stima dell’immobile ristrutturato sia dei lavori durevoli e non da mettere in atto. E’ corsa contro il tempo.