Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sarà Sergio Mattarella ad accendere la lampada di San Francesco ad Assisi

  • a
  • a
  • a

Sarà Sergio Mattarella, presidente della Repubblica, ad accendere la Lampada Votiva dei Comuni d'Italia a nome di tutto il popolo italiano. Poi rivolgerà un messaggio al Paese direttamente dalla Loggia del Sacro Convento di Assisi. Le celebrazioni per la festa di San Francesco d'Assisi, patrono d'Italia, avranno quest'anno un carattere inedito: per l'offerta dell'oli presso la Tomba di San Francesco non è stata coinvolta una singola Regione ma la Conferenza Episcopale Italiana. L'obiettivo è quello di "promuovere una partecipazione che si faccia gesto di gratitudine per quanti si sono prodigati nel far fronte alla pandemia", spiegano gli organizzatori. Nella messa del 4 ottobre è annunciata anche una preghiera speciale per l'Italia e per la pace. 

"Vogliamo, con questo nostro gesto, divenire un segno per l'Italia e vogliamo altresì pregare per l'Italia, perché essa progredisca sempre più nella sua vocazione di popolo ponte fra le nazioni, popolo solido e solidale capace di trarre dalla propria radice cristiana spunti e suggerimenti per tracciare vie nuove, fondate sul dialogo e sulla collaborazione con tutti", ha sottolineato il cardinale Matteo Zuppi, presidente della Cei.

"La pandemia - aggiunge Marco Moroni, custode del Sacro Convento - ci ha riportato a constatare ciò che San Francesco ha vissuto a livello personale e cioè che la vita di ciascuno di noi migliora veramente non se abbiamo di più, non se siamo più forti o potenti, ma se siamo capaci di prenderci cura di chi ha più bisogno, di chi da solo non ce la fa".