Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, nuovi concorsi in Comune per 26 posti di lavoro

  • a
  • a
  • a

Palazzo Spada torna ad assumere. Sei bandi di concorso per 26 posti di lavoro sono stati pubblicati dal Comune di Terni all'albo pretorio on line. I concorsi pubblici, con rapporto di lavoro a tempo pieno ed indeternimato, riguardano: due posti di coordinatore tecnico, uno di coordinatore contabile, due posti di coordinatore amministrativo, sette di istruttore amministrativo-contabile, 13 posti di istruttore di vigilanza, un posto di coordinatore tecnico per l’area ambiente. I bandi sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale del 30 agosto con scadenza fissata per il quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione. Per maggiori informazioni gli interessati ai concorsi possono consultare l'albo pretorio.

“Questa, come ampiezza - spiega l'assessore comunale al Personale, Giovanna Scarcia - è la stagione di concorsi più importante tra quelle finora programmate dall’amministrazione. Stiamo sfruttando al massimo la nostra capacità di assunzioni, forti anche del fatto che siamo riusciti ad entrare nella fascia degli enti virtuosi, a riprova ulteriore che l'amministrazione ha ben lavorato, nelle sue politiche di bilancio, su tutti i fronti. Si tratta comunque della prosecuzione di una programmazione sul personale che - osserva - ci vede impegnati già da tempo e che, dopo le assunzioni dei nuovi dirigenti del 2019 e la ricerca di professionalità specifiche del 2021, punta, nel 2022, a rinforzare i profili che sono alla base della macchina amministrativa riservando, però, una specifica attenzione alle professionalità sull’ambiente”. Da palazzo Spada si cerca con il massimo impegno di compensare i pensionamenti annuali (considerata la media di età molto elevata dei dipendenti comunali) che hanno sguarnito parti importanti della pianta organica. “Proseguiamo anche con la programmazione - continua l'assessore Giovanna Scarcia - per il Corpo della polizia locale, per cercare di dare risposte concrete sui temi del controllo del territorio, in tutte le sue sfumature, e della sicurezza.

Sono stata piacevolmente sorpresa per il numero dei candidati per i concorsi relativi ai posti banditi per il tempo determinato riservato all' attuazione del Pnrr. Questo significa che c’è ancora chi crede nel pubblico impiego e nel lavoro dell’ente locale. Lavorare in Comune - afferma - vuol dire partecipare, di fatto alla crescita della città. Auspico che lo stesso interesse ci sarà anche per i nuovi bandi”. I concorsi precedenti hanno visto 325 candidati per il bando per istruttori amministrativo-contabili, più 71 candidati per coordinatore sempre a tempo determinato per il Pnrr per un totale di 14 posti a concorso e altri 304 candidati per il concorso per istruttore educativo.