Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid in Umbria, via libera alla graduale riconversione dei posti letto negli ospedali

  • a
  • a
  • a

La curva del Covid 19 è in discesa in tutta Italia e anche l'Umbria non fa eccezione. Il bollettino di oggi, lunedì 29 agosto, parla di un quadro sostanzialmente stabile, con 160 nuovi casi, 120 guariti e un nuovo morto, con gli attualmente positivi che sono aumentati di 39 unità e sono 4.033. Il tasso di positività è al 22,7%, frutto dell'analisi di 704 tamponi e test antigenici. Per quanto riguarda le ospedalizzazioni, in tutta l'Umbria ci son0 160 ricoverati: rispetto a ieri sono aumentati di quattro unità, con tre pazienti in più nelle terapie intensive, dato questo che non ha subito variazioni rispetto alla giornata di domenica. 

 

 

E proprio sul fronte ospedali, la direzione regionale Salute e Welfare, in considerazione dell’attuale ulteriore decremento della curva pandemica, ha disposto una graduale riconversione dei posti letto Covid in posti letto bianchi. Nel dettaglio, da oggi, lunedì 29 agosto, vengono riconvertiti 10 posti letto all’azienda ospedaliera di Perugia, 6 posti letto all’ospedale di Foligno, 8 posti letto all’ospedale di Branca. All’azienda ospedaliera di Terni vengono riconvertiti 10 posti letto, gradualmente dal 1 al 5 settembre. La Rsa Seppilli di Perugia viene riconvertita completamente in Rsa bianca, con immediato stop dei ricoveri per Covid 19.

 

 

La Regione, in una nota, sottolinea comunque che qualora la curva pandemica dovesse riprendere a salire e con essa il numero dei pazienti che dovessero necessitare di ricovero ospedaliero, si procederà ad adeguare il numero di posti letto Covid necessari. La direzione regionale Salute e Welfare sottolinea quindi il ruolo fondamentale della vaccinazione nel ridurre il rischio di forme severe correlate al Covid e quindi la pressione sulle strutture ospedaliere, in modo da liberare posti letto per ricoveri legati ad altre patologie.