Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, pagamento del cambio camice: altri 129 ricorsi di infermieri e sanitari

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Mancato pagamento dei tempi per il cambio camice: altri 129 infermieri hanno presentato ricorso all’Usl Umbria 1. E’ quanto riportato in due delibere in cui l’azienda sanitaria ha deciso affidare l’incarico al legale, Luca Benci, “conferendogli all’uopo ogni più ampia facoltà di legge inerente il mandato, ivi compresa quella di transigere conformemente alle condizioni di cui all’accordo sottoscritto il 9 dicembre 2021 tra le organizzazioni sindacali, Usl 1 e Usl 2”.

Un primo ricorso riguarda 49 dipendenti, “tutti con qualifica di collaboratore professionale infermiere sanitario tranne uno che riveste la qualifica di operatori socio-sanitario, hanno adito il tribunale ordinario di Perugia per il riconoscimento come orario di lavoro effettivo del tempo necessario per effettuare il cambio divisa e del diritto alla retribuzione dello stesso, chiedendo la condanna dell’ente al relativo pagamento”.

Altri 80 hanno chiesto “la revoca o disapplicazione” della disposizione del direttore amministrativo dell’8 giugno 2021 “per l’accertamento del diritto alla retribuzione del tempo impiegato per vestizione/svestizione e passaggio di consegne e conseguente condanna dell’azienda al pagamento dei relativi importi”.