Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bimbo azzannato dal cane di famiglia. Il piccolo sta meglio, presto lascerà la Rianimazione

  • a
  • a
  • a

Sta meglio il bimbo umbro di due anni aggredito dal cane di famiglia nella giornata di mercoledì 24 agosto. Il piccolo nelle prossime ore sarà trasferito nel reparto di Chirurgia pediatrica da quello di Rianimazione, dove è ricoverato attualmente. E' il professor Giovanni Cobellis (nella foto), direttore della Chirurgia pediatrica dell'ospedale Salesi di Ancona, a spiegarlo all'Agenzia Ansa. Il piccolo vive a Nocera Umbra insieme ai genitori. E' stato morso al collo e alla testa da un meticcio di taglia grande. E' stato immediatamente soccorso e subito dopo trasportato all'ospedale Salesi di Ancona. Qui è stato sottoposto a un intervento chirurgico ricostruttivo guidato dall'equipe guidata proprio dal professor Cobellis e da quella di chirurgia plastica condotta dal professor Giovanni Di Benedetto. Cobellis spiega che le aggressioni da parte di cani avvengono frequentemente nei confronti dei bambini "ne osserviamo circa una ventina l'anno" e nella maggior parte dei casi si tratta di "morsi al volto da cani di grossa taglia". Eventuali danni estetici per il bimbo umbro dovranno essere valutati.