Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, caro scuola: i libri a rate per aiutare le famiglie in difficoltà

  • a
  • a
  • a

Pagamenti a rate per aiutare le famiglie che non riescono a sostenere le spese per i libri scolastici. L’iniziativa è della Libreria Grande di Ponte San Giovanni, a Perugia. “Abbiamo voluto offrire questo nuovo servizio perché ci rendiamo conto che il periodo è complicato per tutti - spiega Sara Cecchetti, responsabile amministrativa della libreria - Diamo alle famiglie la possibilità di diluire i pagamenti in tre o cinque rate. Non chiediamo nemmeno la busta paga, operiamo attraverso una semplice ricerca nella banca dati. Il procedimento, insomma, è semplicissimo e gli oneri sono a nostro carico”.

 

 

 

 

 

Una iniziativa che ha trovato molti consensi. “Sin dall’inizio abbiamo avuto una grande risposta, tante anche le richieste di informazioni che continuiamo a ricevere - evidenzia Sara Cecchetti - Del resto i rincari energetici e quelli della carta hanno determinato anche un aumento del costo dei testi scolastici e, ad esempio, per una famiglia con due figli comprare i libri può costituire una difficoltà vera”. 
A fare i conti ci ha pensato il Codacons, l’associazione dei consumatori, che per libri e corredo scolastico parla di una vera e propria stangata. Un primo sondaggio eseguito nei negozi fisici e nei siti di e-commerce specializzati, ha evidenziato che per diari, astucci, zaini e materiale scolastico (dai quaderni alle penne) i prezzi sono in rialzo in media del 7 per cento rispetto allo scorso anno. L’associazione fa anche qualche esempio. Quest’anno il prezzo di uno zaino di marca raggiunge anche i 200 euro mentre per un astuccio griffato attrezzato con penne, matite, gomma da cancellare e pennarelli la spesa può toccare i 60 euro. Un’altra voce che incide sull’esborso per il corredo è quella relativa al diario che quest’anno raggiunge i 30 euro per le marche più note. Alla base dei rincari che stanno interessando il comparto scuola ci sono diversi fattori. In primo luogo il caro energia che aggrava i costi di produzione del materiale scolastico portando un rialzo dei listini al dettaglio. In secondo luogo, la crisi delle materie prime con le quotazioni di carta, plastica, tessili e adesivi che hanno subìto sensibili rialzi nell’ultimo anno. Infine, i maggiori costi di trasporto determinati dall’aumento dei listini di carburante. L’esborso per il materiale scolastico, secondo il Codacons, può arrivare a 588 euro a studente su base annua cui va aggiunto il costo dei libri di testo per una spesa complessiva che può toccare a 1.300 euro considerando anche i vari dizionari

 

 

 

 

 

 

 

Un aiuto arriva anche dalla Regione Umbria che ha deliberato per l’anno scolastico 2022/2023 la concessione di contributi all’acquisto di libri di testo per gli studenti residenti nel territorio che frequentano scuole secondarie di primo e secondo grado, statali e paritarie, sia umbre che di fuori regione. Saranno ammessi al beneficio gli studenti appartenenti a famiglie con un Isee non superiore a 15.493,71 euro. La domanda va presentata direttamente al Comune di residenza dell’alunno entro il 29 settembre.