Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ferragosto, l'Umbria rimane aperta tra natura, cibo e tradizioni. Le informazioni su meteo e viabilità

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

Quasi la totalità di bar, gelaterie e ristoranti, negozi di eccellenze enogastronomiche locali e souvenir rimarrà aperta a Ferragosto, no all’apertura dei grandi centri commerciali e della grande distribuzione, abbigliamento e altri genere sono lasciati alla libera iniziativa: rimarranno probabilmente serrati in periferia, mentre saranno pronti ad accogliere clienti nei centri delle città d’arte. Insomma, le associazioni di categoria assicurano che nessuno avrà difficoltà a trovare negozi e ristoranti aperti. “Nell’acropoli perugina abbiamo una situazione apertura a macchia di leopardo - dicono dal Consorzio Perugia in centro -. Non è stata data nessuna direttiva, il panorama è troppo articolato per poter uniformare l’offerta. Tra le novità da salutare con soddisfazione per la giornata di Ferragosto c’è sicuramente la riapertura del minimetrò dopo lo stop di due settimane pe la manutenzione. Un punto di vantaggio per i trasporti”. Tra i centri molto vivi della regione anche Città di Castello dove c’è chi ha deciso d tenere aperto domani “nonostante il lunedì sia il nostro giorno di chiusura”.

 

 

Musei e siti
Per quanto riguarda musei e siti archeologici, il ministero della Cultura ha disposto le aperture di tutti i luoghi con il lancio della campagna Ferragosto al museo. Una bella opportunità per chi ama l’arte: parchi archeologici, castelli, musei, ville e giardini storici statali resteranno aperti per l’intera giornata. Inoltre, molti dei luoghi d’arte ospitano mostre tematiche, percorsi e visite guidate. In provincia di Perugia si segnala l’apertura del Castello Bufalini a San Giustino; Galleria nazionale dell’Umbria, Ipogeo dei Volumni e Necropoli del Palazzone, Museo archeologico nazionale dell’Umbria; museo archeologico nazionale e teatro romano di Spoleto; Rocca Albornoz – Museo nazionale del Ducato di Spoleto, palazzo ducale di Gubbio, Teatro romano e Antiquarium di Gubbio, Tempietto sul Clitunno, Villa del Colle del Cardinale. Mentre in provincia di Terni si potrà vistare l’area archeologica di Carsulae, il museo archeologico nazionale di Orvieto, la Necropoli etrusca di Crocifisso del Tufo.
Luoghi preferiti
Intanto da Federalberghi le previsioni per il giorno di Ferragosto non si discostano dalla modalità mordi e fuggi. Le presenzeda fine luglio e inizio di agosto hanno avuto un andamento lento, ma da qualche giorno la situazione si sta risvegliando e si sta raggiungendo una occupazione media del 75% nelle strutture ricettive, con un 80% cento di affluenza di turisti italiani e 20% di stranieri. Tra le zone più scelte ci sono la Valnerina, il lago Trasimeno, mentre soffrono le città d’arte. 

 

 

Sicurezza
Da parte delle forze dell’ordine saranno garantiti presidi e più controlli nelle zone maggiormente frequentate dai turisti. In vista del ponte di Ferragosto, nel quale sono in programma non solo celebrazioni religiose, ma anche sagre, concerti e visite guidate, sono stati intensificati i controlli della Polizia di Stato ad Assisi e nelle frazioni limitrofe. I controlli, oltre ai luoghi interessati dagli eventi e attività, verranno estesi anche alle località interessate negli ultimi mesi da un afflusso turistico notevole.
Meteo
“La giornata di Ferragosto non sarà soleggiata e stabile per tutti. Si avranno correnti occidentali miti e umide che porteranno su Toscana ed Umbria una debole/moderata instabilità” riporta Umbria meteo. “In generale comunque, la prossima sembra dover essere una settimana con una certa instabilità atmosferica prodotta da correnti umidi e impulsi di aria fresca provenienti da ovest - proseguono gli esperti di Umbria meteo -. Almeno due perturbazioni interesseranno il nord Italia, l’interessamento del centro non è ancora ben stimabile. Temperature calde almeno fino a giovedì. Martedì instabilità in temporaneo aumento, con qualche locale rovescio e isolato temporale, temperature poco sopra media. Infine, probabile breve ondata di caldo tra mercoledì e giovedì”. 
Viabilità
Il fine settimana lungo ha favorito le partenze cadenzate e gli spostamenti risultano spalmati su più giornate, senza concentrazioni che possano mettere sotto pressione la viabilità. Dopo un sabato di traffico sostenuto, da bollino giallo, oggi presenta condizioni simili e poi di nuovo martedì mattina, a causa della ripresa del traffico feriale e del transito dei mezzi pesanti, fermi da venerdì pomeriggio.