Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sant'Eraclio, traffico nel caos con la chiusura della Flaminia verso Nord. I residente protestano

Susanna Minelli
  • a
  • a
  • a

La vicenda del caos traffico in via Colle Scandolaro, a Sant'Eraclio, è finita sui tavoli della polizia locale. Da tempo infatti la situazione si è fatta insostenibile nella frazione a causa dei mezzi pesanti che finiscono fuori dalle rotte principali a causa dei lavori lungo la Flaminia
Dal 24 giugno scorso, infatti, sono in atto i lavori di rifacimento lungo l'arteria all'altezza di Trevi – Sant'Eraclio e il traffico in direzione Perugia – Fano viene deviato all'altezza dell'ex Onpi. Da lì gli autoarticolati proseguono per via Berlino e via Londra, fino a giungere in via Colle Scandolaro all'altezza della quale Google Maps indica il passaggio per via Santa Maria di Betlem. 
Una strada di campagna sterrata intransitabile per i mezzi pesanti che ricongiunge a Carpello e quindi all'imbocco, nuovamente, per la superstrada. 

 


All'altezza dell'incrocio con la via i mezzi sono costretti a fare inversione nel bel mezzo di via Colle Scandolaro (una via paesana di fatto) e scendere verso Sant'Eraclio con tutti i disagi che ne emergono. In primis quelli dovuti alla manovra. In più di un'occasione per fare retromarcia i camion hanno impattato con i muretti dei giardini causando danni. Ma la preoccupazione è anche per i residenti: la zona infatti è molto frequentata da appassionati che fanno sport ma anche da anziani e ragazzini per fare una passeggiata vicino casa.

 

 

Abbiamo sottoposto la gravità della cosa e il pericolo della situazione, in quanto molti autoarticolati vanno in retromarcia dalla curva dell'innesto con via Santa Maria di Betlem, alla polizia locale già dal 21 luglio e a seguire con più segnalazioni ... ma a tutt'oggi nulla è cambiato – ha confermato una residente - Nei weekend sono i camper a trovarsi in difficoltà e nei giorni feriali i tir. Speriamo che con il periodo di ferie coincidente con il Ferragosto questa situazione insostenibile migliori sia per i residenti che per i malcapitati conducenti. Perché un intervento delle autorità preposte non si riesce a intravedere!” commenta preoccupata la folignate. La vicenda che riguarda da vicino centinaia di famiglie è finita anche all'attenzione della politica locale. In particolare al consigliere comunale Francesco Silvestri che si è fatto portavoce del problema. Anche lui ha chiesto provvedimenti “al più presto per evitare il transito dei mezzi pesanti che creano disagio sia agli autisti dei mezzi pesanti che ai residenti e frequentatori del posto”. Ora non resta che attendere.