Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, il teatro Pavone sarà fruibile da gennaio 2024

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Palazzo dei Priori ha approvato la delibera per eseguire i lavori del terzo stralcio della ristrutturazione del teatro Pavone, per 320 mila euro già inseriti a bilancio. C’è anche un nuovo accordo sul diritto di usufrutto. Un tassello fondamentale per il futuro del teatro. “Il combinato disposto dell’allungamento del contratto di usufrutto a favore del Comune per mesi 6 (dal 30 settembre 2033 fino al 31 marzo 2034) e la messa a disposizione dello stesso di 253 giornate al termine del suddetto usufrutto - è scritto nella delibera - permette di assicurare all’amministrazione una continuità nella gestione e valorizzazione diretta della struttura, che appare commisurata allo sforzo economico-organizzativo imputabile agli interventi in oggetto”.

 

 

In particolare “l’opportunità di avere a disposizione il teatro per 253 giornate anche dopo il rientro della struttura in proprietà della Pavone srl per un periodo di anni 21 e cioè fino al 31 marzo 2055, può garantire all’amministrazione la possibilità di favorire, in un tempo sufficientemente prolungato, anche l’azione delle imprese creative minori del mondo associazionistico socio-culturale e di consolidarne il rapporto con le maggiori istituzioni culturali del territorio, incentivando il radicarsi di una sinergia tra realtà tradizionalmente distanti, ma non meno fondamentali nel processo formativo”.

 

 

Il collaudo dei lavori del terzo stralcio “si dovrà concludere entro il 30 settembre 2023 onde permettere di perfezionare e rendere operative le procedure di affidamento della gestione del teatro entro il 31 dicembre 2023, per modo che dal 1 gennaio 2024 il teatro sia fruibile”.