Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, l'esploratore Lorenzo Barone ha raggiunto la moglie Aygul in Russia

Alessandro Picchi
  • a
  • a
  • a

Lorenzo Barone è arrivato a Novosibirsk, in Russia, dove ha raggiunto la moglie Aygul. Mercoledì 3 agosto l’esploratore di San Gemini, è arrivato da solo in bicicletta nel paese di residenza della nonna della giovane consorte siberiana. “Aygul mi ha aspettato a casa della nonna, in un piccolo villaggio al confine con il Kazakistan”, racconta Barone.

“Ogni volta che la rivedo, dopo migliaia di chilometri in bici, le sembro un’altra persona. Dopo la traversata dell'Africa, per qualche ora, mi aveva chiesto dove fosse finito il Lorenzo che conosceva - continua il cicloamatore. Questa volta, invece, sono passati solo 42 giorni e, per fortuna, è bastato fare una doccia per tornare ad essere me stesso”. Dalla Turchia, da Antalya per la precisione, Lorenzo ha pedalato per circa 6 mila chilometri ed in soli 42 giorni, con soli due di riposo. “Con l'assetto da bikepacking - spiega - pensavo di metterci anche meno tempo, ma il vento e alcune strade del Kazakistan mi hanno rallentato parecchio.

Dalla partenza in Sudafrica - prosegue - ho pedalato per un totale di 17.655 chilometri e parte dell'equipaggiamento è ormai in pessime condizioni. Ad esempio le zip della tenda non funzionano più e nel corso delle ultime settimane ho dovuto cucire i due lembi della zanzariera ogni sera per chiudermi dentro. Adesso mi riposo qualche giorno, sistemo tutto e cambio l'assetto della bicicletta, dato che tra poco più di un mese inizierà ad essere freddo”. Il prossimo obiettivo, per il viaggiatore sangeminese in solitaria, è quello di raggiungere il villaggio di Ust Nera, in Yakutia. “Mi sto riposando e riprendendo fisicamente. Per fortuna - riprendere Lorenzo - sono andato più forte del previsto e sono in anticipo di circa 20 giorni. Recupero qualche giorno e poi riparto. Forse per una tratto Aygul mi seguirà”, rivela Barone. Una pausa meritata per una nuova fase dell’avventura che lo sta portando dalla savana africana alla tundra artica. E intanto da Terni tutto fanno il tifo per incoraggiare Lorenzo a raggiungere il suo obiettivo.