Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, uomo esce dalla discoteca e viene aggredito nel parcheggio. Rintracciato e denunciato 23enne polacco

  • a
  • a
  • a

Esce dalla discoteca a Ponte San Giovanni, alle porte di Perugia, e viene aggredito nel parcheggio. Oltre al danno, poi, la beffa, visto che gli aggressori hanno anche danneggiato la sua macchina. Vittima della disavventura un italiano classe 1967, che ha denunciato il fatto alla polizia. Gli agenti, infatti, sono dovuti intervenire sul posto, dove hanno sentito l'uomo. Il 55enne ha riferito di essere stato aggredito da cinque persone al momento di andare via dal locale. Arrivato nel parcheggio, infatti, aveva notato che un veicolo ostruiva l’uscita della sua auto. A quel punto aveva iniziato a lampeggiare e a suonare per cercare di attirare l’attenzione dei passeggeri e liberare il passaggio. Dall’auto erano scese alcune persone che, dopo averlo avvicinato, avevano iniziato a colpire il veicolo con alcuni attrezzi in metallo, mandando in frantumi il lunotto posteriore, i finestrini e danneggiando la carrozzeria.

 

 

L'uomo, a quel punto, era sceso dall’auto per cercare di fermarli, ma era stato aggredito violentemente dai cinque individui che poi si sono dati alla fuga. Allertato il personale del 118, giunto poco dopo sul posto, l’uomo è stato trasportato in ospedale per le cure del caso. Qualche giorno dopo, il 55enne si è recato in Questura per denunciare l’accaduto e fornire alcuni elementi utili all’identificazione di uno degli aggressori. Gli agenti, quindi, dopo una serie di accertamenti, sono riusciti a risalire al nominativo e all’indirizzo di uno degli autori del gesto, un cittadino polacco, classe 1999.

 

 

Raggiunta la residenza del 23enne, gli operatori hanno notato nelle pertinenze dell’abitazione una moto di grossa cilindrata senza targa. Insospettiti, hanno effettuato alcune verifiche sul numero di telaio riscontrando che il veicolo era stato rubato. Dopo aver preso contatto con il 23enne, gli agenti lo hanno sentito in merito al possesso del veicolo ma questo non è riuscito a fornire una giustificazione plausibile, cadendo spesso in contraddizione. Terminate le attività di rito, i poliziotti hanno sequestrato la moto e deferito all’autorità giudiziaria il cittadino polacco per i reati di lesioni aggravate, danneggiamento e ricettazione.