Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria d'estate: l'Agosto Torgianese brinda con Vinarelli e calici di stelle

  • a
  • a
  • a

Tra le cose che l’Umbria offre d’estate, l’Agosto Torgianese è uno degli appuntamenti più originali e frizzanti: certamente il vino fa la sua brava parte ma, come in conferenza stampa di presentazione è stato ribadito da sindaco e organizzatori, questo nettare è soprattutto capace di creare un clima solidale. Soprattutto quest’anno, dopo due anni difficili, particolarmente rafforzato da ciò che la pandemia ha provocato, mettendo insieme pro loco tra loro affini del territorio, le diverse associazioni, i volontari capaci di fare squadra. Un concetto più volte sottolineato anche dalla presidente della Regione, Donatella Tesei.

 

 

Il gioco d’assieme, in questo caso, è senza dubbio facilitato dalla grande e consolidata tradizione dei Vinarelli che si terranno dal 12 al 21 agosto 2022 per la trentanovesima volta, e da Calici di stelle: rappresentano, infatti, un collaudato e felice abbinamento, molto apprezzato anche dai turisti. Gli appuntamenti da non perdere sono dunque soprattutto quelli della notte di san Lorenzo, il 10 agosto, per i Calici; il 18 la scena la prenderanno i Vinarelli mentre la tradizionale asta delle opere realizzate ci sarà il giorno dopo, il 19. Detto questo, l’Agosto Torgianese è anche arte, musica, sport, memoria e cultura in senso ampio. In questo senso palesemente soddisfatti si sono mostrati il sindaco Eridano Liberti e i fratelli Avelio Burini, presidente della Strada dei Vini del Cantico, e Fabrizio che è presidente della Pro Loco Torgiano, per le tante iniziative che il programma offre quest’anno.

 

 

Su tutto va segnalato il recupero dei giardini di Palazzo Baglioni che, restituito ai torgianesi, ospiterà la rassegna I colori dell’arte. C’è poi il varo della prima edizione della 55 chilometri della Ciclo storica dell’Umbria, il 14 di agosto, destinata a fare da calamita per chi ama la bicicletta e la sua gloriosa storia. Il valore aggiunto di questa iniziativa, a proposito di memoria, sta proprio nel ricordo di due torgianesi illustri: Mario Calzola e Ivo Manfroni. Infine, stavolta a proposito di fare squadra, una menzione speciale gli organizzatori l’hanno fatta nei confronti di don Giuseppe per il ruolo che ha svolto e svolge la parrocchia.