Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Narni, case svaligiate dai ladri mentre i proprietari sono a una festa

  • a
  • a
  • a

Ondata di furti nelle case delle frazioni di Narni. I raid dei ladri sono sempre più frequenti e i cittadini che abitano a Guadamello e lungo la strada che va da questa frazione a San Vito non ce la fanno più. Tuttavia nei giorni della festa di Sant’Azio anche Taizzano ha subìto alcuni furti nelle case.

A Guadamello ennesimo colpo, domenica scorsa, nella stessa abitazione che aveva ricevuto la visita sgradita dei malviventi una quindicina di giorni fa, a metà luglio, quando una signora si ritrovò due ladri in casa barricati in camera da letto a svaligiare tutti i preziosi e i contanti dei legittimi proprietari. Stavolta i topi d’appartamento hanno provato ad entrare nel piano di sopra dove vive la sorella del proprietario della casa colpita per prima nella frazione. Bottino pari a zero, per fortuna, ma la figlia di quest’altra coppia era in casa e sentendo alcuni rumori strani provenire dall’esterno si è precipitata a controllare. Quando ha alzato una tapparella per controllare ha sentito dei passi e dei rumori piuttosto eloquenti. In effetti i malviventi si sono dati subito alla fuga e un altro colpo è stato evitato.

Pare che stavolta fossero addirittura in tre e qualche fonte parla anche della presenza di una donna. Non si capisce se provengano dalla vicina Roma o chissà d dove o se magari siano del posto e ben informati dai movimenti dei cittadini della zona. Di sicuro a Guadamello e San Vito lo stato d’allerta è altissimo e anche la preoccupazione e la paura crescono colpo dopo colpo. La gente cerca risposte mentre le forze dell’ordine continuano a indagare senza sosta. E si teme che qualcuno possa farsi giustizia da solo. I colpi messi a segno nella frazione di Taizzano sono stati tre in tutto. I proprietari delle case svaligiate si erano assentati per andare a mangiare o a ballare alla festa di Sant’Azio, al centro civico, e così hanno lasciato vuoto l’appartamento e hanno ricevuto la sgradita visita dei banditi.