Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Città di Castello, mamma urla alla figlia e la vicina chiama la polizia

  • a
  • a
  • a

Dalle urla all'arrivo della Polizia. Accade a Città di Castello, in provincia di Perugia. Una donna si è infuriata con la figlia colpevole di non aver ancora riordinato le camere. Ha talmente alzato la voce che ne è scaturita una richiesta di intervento da parte della polizia di Stato. La donna, classe 1988, si è vista arrivare gli agenti alla porta di casa. A chiamare le forze dell'ordine è stata una vicina che si è allarmata per le grida che arrivavano dall'abitazione. Giunti sul posto, i poliziotti hanno trovato i bambini a giocare tranquilli e la donna ha rassicurato di non averli in alcun modo percossi. Insomma un vero e proprio falso allarme.