Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Testamento Del Vecchio, al manager umbro Milleri 2,15 milioni di azioni EssilorLuxottica: valgono 340 milioni di euro

  • a
  • a
  • a

Nel testamento di Leonardo Del Vecchio, morto a Milano il 27 giugno scorso, compare fra gli eredi il nome di Francesco Milleri, presidente e ceo di EssilorLuxottica oltre che presidente di Delfin. Al manager umbro - è originario di Città di Castello - l’imprenditore re degli occhiali recentemente scomparso ha lasciato 2,15 milioni di azioni EssilorLuxottica (quasi lo 0,5% del capitale) che valgono circa 340 milioni di euro agli attuali valori di Borsa. Del Vecchio - come riferisce l'Ansa - poi ha scelto di lasciare a ognuno dei suoi eredi il 12,5% della cassaforte, che equivale a un valore superiore a 3 miliardi di euro, e ne fanno parte i figli Claudio, Marisa, Paola, Leonardo Maria, Luca e Clemente, Nicoletta Zampillo e il figlio della vedova Del Vecchio avuto dal primo matrimonio, Rocco Basilico. Infine gli immobili, quelli personali. In questo caso Del Vecchio ha deciso di lasciare tutto alla moglie Nicoletta. A lei le case di Milano e Roma, la Villa La Leonina di Beaulieu Sur-Mer, in Francia, e la casa di Antigua.

 

 

Ma chi è Milleri? Per anni manager con un rapporto esclusivo e di piena fiducia con Del Vecchio, venne cooptato nel consiglio di amministrazione di Luxottica, nel  2016 come amministratore con funzioni vicarie, il 29 aprile 2016 è stato nominato vice presidente, con il compito di “coadiuvare e assistere il presidente esecutivo nell’esercizio delle sue competenze”. Il 15 dicembre 2017 è stato nominato amministratore delegato del gruppo, mantenendo la carica di vice presidente. Una lunga carriera la sua, che inizia nel 1983, quando si laurea con lode in giurisprudenza all’Università di Firenze, dove matura anche un’esperienza come assistente alla cattedra di economia politica tra il 1984 e il 1986. Consegue nel 1987 un master alla scuola di direzione aziendale dell’Università Luigi Bocconi di Milano e un biennio di specializzazione in corporate finance alla Stern School of business della New York University, come assegnatario della borsa di studio “Donato Menichella” della Banca d’Italia.  Tornato in Italia, inizia nel 1988 la sua carriera di consulenza aziendale per grandi gruppi italiani e multinazionali. Nel 2007 la svolta con l'entrata in Luxottica.

 

 

Nonostante il ruolo di primo piano nella finanza mondiale, Milleri resta sempre legato a Città di Castello, dove ancora ha una casa. Non da ultimo ha acquistato le Terme di Fontecchio, con il serio proposito di rilanciarle per farne un centro termale di fama internazionale. Il figlio è un notissimo dj internazionale (Matteo) che ha sposato la top model Vittoria Ceretti.