Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, Mercato coperto: ora si punta su jazz e cioccolato

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

Mercato coperto, si cambia rotta. A farlo pensare sono le giornate in atto di riunioni e confronti da parte di imprenditori e operatori del settore commercio e turismo di Perugia. L’idea è quella di ripensare la formula tratteggiata finora per il grande contenitore di piazza Matteotti ancora in attesa della svolta definitiva dopo la fine dei lavori strutturali. Così l’idea portata avanti dalla Mercato coperto spa guidata dal manager Roberto Leonardi di hub agroalimentare potrebbe essere sostituita con quella di fare del Mercato coperto un luogo di destinazione turistica dove al centro ci siano il jazz e cioccolato, due eccellenze del territorio.

 

 

Gli imprenditori e operatori che si stringono verso quest’altra direzione sono sostanzialmente mossi dalla riflessione di non voler creare nessuna forma di concorrenza con il tessuto di attività che ormai da tempo si è intrecciato proprio in questa area del centro storico. Secondo loro il progetto portato avanti dalla compagine capitanata da Leonardi potrebbe compromettere gli equilibri esistenti. Ora però la necessità è rivedere il bando con cui la compagine si è aggiudicata la gestione. Nell’articolo 6, in particolare, dell’atto si possono trovare margini di manovra verso altre scelte respetto a quelle indicate dalla Mercato coperto spa. Del resto un cambio di rotta oggi più che mai potrebbe essere giustificato da due anni di pandemia, una guerra, il caro materiali, la crisi nel settore della ristorazione in merito alla carenza di personale. E oggi a palazzo dei Priori dovrebbe esserci un incontro proprio per entrare nel merito della questione.

 

 

Inoltre si ricorda che l’iter percorso dalla società Mercato coperto spa avrebbe dovuto presentare il progetto definitivo già a metà mese almeno stando a quanto annunciato dallo stesso Roberto Leonardi durante uno dei sopralluoghi effettuati all’interno del Mercato coperto nel mese di giugno alla presenza di operatori e imprenditori. Attendiamo sviluppi.