Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Truffa online, donna di Bettona paga 500 euro di caparra per un appartamento a San Benedetto del Tronto ma la casa non esiste. Denunciato uomo torinese

  • a
  • a
  • a

Prenota un appartamento a San Benedetto del Tronto, paga 500 euro di caparra ma quando va a riservare ombrellone e lettini in un lido vicino casa viene avvertita della truffa: vittima del raggiro una donna di Bettona, in Umbria. Rivoltasi ai carabinieri nel mese di febbraio, i militari della locale stazione hanno denunciato un uomo residente in provincia di Torino come presunto autore.

 

 

La signora aveva notato l’annuncio dell'appartamento online. Così aveva scambiato alcuni messaggi con il presunto proprietario, informandolo che sarebbe stata interessata a trascorrere lì le vacanze con la sua famiglia. I due hanno così concordato il prezzo del soggiorno a 1.600 euro e la signora, dopo aver confermato la prenotazione, ha versato una caparra di 500 euro. Poi, però, la scoperta della truffa. A renderla consapevole la proprietaria di uno stabilimento balneare, che la donna aveva contattato per prenotare ombrellone e lettini. La signora, una volta appresi i dati relativi al presunto appartamento, ha segnalato alla povera donna che già in passato altre persone erano state truffate con prenotazioni nella stessa casa, che però di fatto non esiste.

 

 

A quel punto la vittima aveva cercato di ricontattare il proprietario di casa, scoprendo però che si era reso del tutto irreperibile. Rivoltasi ai carabinieri della stazione di Bettona, i militari hanno avviato una serie di indagini che hanno permesso di risalire al presunto truffatore, un uomo residente nel torinese, che è stato poi denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Perugia. La sua condotta è ora al vaglio dell’Autorità Giudiziaria.