Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni. Omissione di soccorso, provoca incidente e scappa: rintracciato e denunciato

  • a
  • a
  • a

Uno scontro nella notte, due auto che entrano in collisione e una – quella che peraltro dovrebbe aver provocato l’incidente – che si allontana, mentre nell’altra gli occupanti restano feriti e devono ricorrere alle cure del pronto soccorso.

E’ quello che è successo nei giorni scorsi lungo la statale 79, che collega Terni con Piediluco, episodio che ha fatto scattare le indagini della polizia stradale, intervenuta sul posto per i rilievi di legge. E alla fine degli accertamenti è stato individuato il… fuggitivo, nella persona di un 25enne che ora dovrà rispondere di omissione di soccorso.

 

La particolarità della circostanza, al di là delle considerazione morali (con relativi risvolti penali) dalla decisione del denunciato di allontanarsi dal luogo di un incidente da lui stesso provocato, sta nel fatto in quel tratto della 79 non vi sono telecamere, né è stato possibile fermare l’auto investitrice nell’immediatezza della sua fuga, quindi in flagranza.

Gli agenti della Stradale, così, hanno dovuto compiere quella che si usa definire un’indagine “tradizionale”. Ovvero analizzare i rilievi svolti sul punto dell’impatto, dove la macchina che poi si era allontanata aveva lasciato “tracce” del suo passaggio, così come raccogliere le testimonianze delle altre persone rimaste coinvolte (ferite) mettendosi poi sulle tracce dell’identità del guidatore dileguatosi.

 

 

Innanzitutto l’auto: una Mini Club, modello non comunissimo, il che ha ristretto il campo delle ricerche. Poi un pezzo della stessa auto lasciato sull’asfalto dopo lo scontro. Quando gli agenti hanno  circoscritto la lista delle possibili vetture di quel tipo presenti sul territorio, è bastato esaminarne una ad una, fino a trovare quella che, inequivocabilmente, presentava i segni dell’incidente.

Prima che fosse portata in riparazione. Il giovane ha ammesso quanto contestato, motivando la decisione di allontanarsi con un momento di panico a seguito dell’incidente. La denuncia, però, è arrivata lo stesso, come non poteva essere altrimenti.