Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto Sound Festival: Rkomi, Noemi e Consoli richiamano in piazza 5.000 spettatori

Davide Pompei
  • a
  • a
  • a

Il potere della musica dal vivo, il piacere dello spettacolo all'aperto. L'energia di Rkomi, che ha fatto saltare per un paio d'ore quasi 2.200 giovanissimi. L'entusiasmo della rossa Noemi raggiunta, a sorpresa, sul palco da Carl Brave per duettare insieme sulle note della hit estiva Makumba dove si canta anche di “quel fast food di Orvieto” e della più recente “Hula-Hoop”.

 

 

 

La profondità di Carmen Consoli, raffinata “cantantessa” catanese tornata in Umbria con la tappa acustica del suo “Volevo fare la rockstar tour” per proporre il meglio dei suoi 25 anni di carriera, che non ha elemosinato foto e autografi ai fan. E ancora il talento delle cosiddette nuove proposte, dall'hip hop di Mavie alla voce di Yuman, dalle luci di Casadilego, vincitrice di X-Factor 2020, alla chitarra di Giorgio Moretti.

Tanto è bastato a confermare l'ottima riuscita della seconda edizione di “Orvieto Sound Festival”, il format realizzato da OTRlive in collaborazione con il Comune ad Orvieto, in provincia di Terni. “Un programma trasversale in una città che è un palcoscenico naturale” – queste le parole del direttore artistico, Pino Strabioli (nella foto in alto con il sindaco Tardani e Rkomi)– al quale la sera di domenica 24 luglio 2022 si è aggiunto anche il comico romano Maurizio Battista con il suo divertente “Tutti contro tutti. Summer edition” organizzato dalla Skyline Productions e dalla AR Spettacoli ed inserito nel calendario unico degli eventi estivi “Orvieto always on” che continua ad attirare turisti anche da fuori regione.

 

Circa 5 mila presenze complessive in appena quattro serate che hanno ripopolato piazza del Popolo, unendo generazioni e pubblici diversi. “Gli stessi artisti abituati a grandi palcoscenici – afferma il sindaco, Roberta Tardani – ci hanno raccontato l'emozione di esibirsi in questa meravigliosa location. È stata un'enorme gioia vedere tanti giovani vivere la nostra città in maniera energica, entusiasta e composta. A loro volevamo dedicare un momento di festa in questa rassegna e a loro dedicheremo altri appuntamenti anche in futuro. Dopo le difficoltà della prima edizione che, con un pizzico di follia, abbiamo fortemente voluto insieme al direttore artistico e a OTRlive, la manifestazione è cresciuta riconsegnando ad Orvieto un grande evento estivo che mancava da tempo”.

E se si pensa già alla terza edizione, il prossimo concerto è atteso già per martedì 26 luglio 2022, alle 21, in piazza Duomo. Nell'ambito della sesta edizione del Festival Internazionale Green Music sarà, infatti, ad Orvieto, Uto Ughi, erede della tradizione che ha visto nascere e fiorire in Italia le prime grandi scuole violinistiche, accompagnato in quartetto da Maryse Regard (secondo violino), Raffaele Mallozzi (viola) e Luca Pincini (violoncello). Ad aggiungere suggestione ai virtuosismi degli archi, la scenografia del sagrato e della facciata del Duomo perché, al di là della capacità attrattiva dei monumenti, ad accrescere il movimento turistico sono anche i grandi nomi.