Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spoleto, minaccia con un forcone la moglie e poi la picchia: scatta il divieto di avvicinamento

Chiara Fabrizi 
  • a
  • a
  • a

Prima minaccia la moglie col forcone poi la picchia e, quando lei gli dice che la relazione tra loro è da considerarsi conclusa, reagisce tempestandola di telefonate e forandole le gomme dell'auto. E’ scattato il divieto di avvicinamento a carico di un cinquantaseienne residente a Spoleto dopo che la donna, a cui era legato da circa dieci anni, si è convinta a denunciare le vessazioni subite durante la relazione, ma pericolosamente aumentate nel mese di luglio, dopo che lei gli aveva comunicato la volontà di interrompere il rapporto. L'uomo è ora indagato per maltrattamenti, lesioni personali e stalking.

 

 


Secondo quanto denunciato dalla donna e poi ricostruito dagli uomini del commissariato, l'uomo avrebbe tenuto un comportamento violento fin dall'inizio della relazione, a quanto pare segnata da minacce, aggressioni verbali e offese, oltreché anche da alcuni episodi di violenza fisica. La donna ai poliziotti ha raccontato che ad animare il partner era spesso il consumo eccessivo di alcolici e anche la gelosia ossessiva. Il clima familiare, dunque, avrebbe impattato pesantemente sull'equilibrio psicologico della donna, che ha sostenuto di soffrire di depressione, oltreché di vivere nella paura delle reazioni del compagno. 
La situazione, però, è degenerata a partire dal primo luglio quando, a causa dell'ennesima aggressione per futili motivi, il cinquantaseienne si è armato di un forcone e ha minacciato la donna. Solo a quel punto lei si è fatta coraggio e gli ha detto che la relazione tra loro era ormai finita, ma la reazione dell'uomo è stata violenta, con la donna che è stata aggredita fisicamente, tanto che poi si è recata in pronto soccorso per le medicazioni del caso. 

 


Malgrado il ricorso alle cure dei sanitari, però, l'uomo non si è fermato e ha iniziato a perseguitare la compagna, prima chiamandola decine di volte al telefono e poi arrivando a forarle le gomme dell'auto. 
Di fronte all'escalation la donna ha fatto il passo giusto e si è rivolta alla polizia, raccontando tutta una serie di episodi patiti nei dieci anni trascorsi insieme al cinquantaseienne. Immediatamente sono scattate le indagini e i riscontri raccolti dagli agenti sono finiti sul tavolo della Procura di Spoleto, che ha chiesto e ottenuto dal gip l'applicazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento all’abitazione in cui vive la donna, ai luoghi di lavoro o quelli abitualmente frequentati. L’uomo inoltre non può contattarla al telefono o con qualsiasi altro mezzo.