Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Narni, ladri rubano in una casa con i proprietari dentro

Cesare Antonini
  • a
  • a
  • a

Una raffica di furti nelle frazioni a sud di Narni e più specificamente lungo la strada che da Guadamello va a San Vito, due importanti borghi narnesi. La comunità locale è esasperata e chiede maggiore attenzione (e protezione) vista anche la sfrontatezza dei malviventi. In effetti tra i 4 appartamenti “visitati” nella serata di sabato scorso, i ladri, ma anche gli inquilini, hanno rischiato tantissimo di incrociarsi e di trasformare un furto in tragedia.

 

 

Siamo a Guadamello, dove ci sono molte case ma isolate, seppur vicine l’una con l’altra, perché circondate dai boschi. Una donna si trova da sola in casa verso le 23,15 perché il marito e il figlio 16enne, sono fuori. I ladri forzano la finestra del bagno nel retro della casa ed entrano nell’appartamento senza tenere conto che la signora sta riposando sul divano della sala. Forse nel panico o per agire indisturbati si precipitano in camera da letto, prendono un grosso mobile e lo piazzano davanti alla porta barricandosi dentro. Solo il caso ha voluto che il marito, rientrato nel frattempo, non se li sia trovati davanti. Il trambusto mette in fuga i topi d’appartamento che saltano dalla finestra facilitati dalla scarsa altezza dal piano terra. Solo dopo un po’ la coppia riesce a rientrare in camera per accertare il furto di diversi oggetti d’oro per un importo di circa 2 mila euro e più altri beni anche di scarso valore economico ma di elevato valore affettivo.

 

 

Negli altri appartamenti il bottino è stato praticamente pari allo zero. Addirittura i ladri, forse non gli stessi dei tre raid precedenti, hanno colpito una casa che è quasi sempre disabitata dove vive una signora anziana che non è più autosufficiente e che i figli portano via per buona parte della settimana. Rimangono i danni alle strutture, serrature forzate, infissi divelti, e quelli morali e psicologici: quando viene violata la privacy in questo modo e si sfiora il faccia a faccia con ladri così spregiudicati, non è facile considerare casa propria come quel nido sicuro in cui siamo abituati a rifugiarci. La zona, come detto, è piuttosto stressata per i continui furti. L’isolamento delle abitazioni, se gradevole per la vita di tutti i giorni, presta il fianco dall’altra parte a questi attacchi. Si chiede maggiore controllo in una parte del territorio dove le vie di fuga sono ottime, purtroppo, per i ladri. Le forze dell’ordine fanno il possibile ma l’appello dei cittadini va alle istituzioni centrali, regionali e anche comunali per porre qualche rimedio ai continui attacchi dei malviventi.