Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, medici in pensione per sostituire i colleghi in vacanza o in malattia

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

Dopo l’accordo sulle Uca - unità di continuità assistenziale per assistere a domicilio i pazienti positivi - arriva anche l’avviso per il reclutamento di medici in pensione per sostituire medici di medicina generale e pediatri. Entrambe le Usl hanno emanato gli avvisi per “la formazione - sta scritto nella delibera - di un elenco di medici pensionati disponibili ad espletare attività di sostituzione dei medici in convenzione per brevi periodi”. Si parla in particolare di non oltre 30 giorni. I medici in quiescenza che vorranno dare una mano al sistema sanitario nuovamente sotto pressione per l’ultima ondata di Covid che ha fatto alzare il numero dei pazienti positivi, potranno manifestare la loro disponibilità e verrà creata una prima lista dopo 10 giorni dalla pubblicazione del bando.

 

 

Nelle delibere di Usl Umbria 1 e Usl Umbria 2 si precisa che “il ricorso ai medici in quiescenza per l’attivazione dell’istituto della sostituzione ha carattere di extrema ratio per il medico titolare il quale deve preliminarmente provvedere facendo ricorso alle procedure disciplinate dagli accordi vigenti”. Intanto per quanto riguarda le Uca nel territorio della Usl Umbria 2 sono già entrate in funzione con 17 operatori sanitari.

 

 

E, mentre si corre ai ripari per garantire continuità assistenziale per pazienti Covid e non Covid vengono potenziate anche le disponibilità per la somministrazione della quarta dose. Intanto la Usl Umbria 1 ha disposto la creazione di una seduta straordinaria dedicata alle vaccinazioni nel punto vaccinale territoriale dell'ex Tabacchificio di Umbertide. E’ in programma domani dalle 8.30 alle 19.30 per ampliare l’offerta di ulteriori 144 dosi, da effettuare sempre previa prenotazione online dal sito della Regione Umbria. “Il distretto Alto Tevere - dice una nota dell’azienda -, vista la saturazione dell'offerta vaccinale ha aumentato anche il numero di vaccinazioni (per altre 60 dosi) nei punti vaccinali di San Giustino e di Città di Castello.