Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, camion giù dal viadotto: sequestrato guard rail e autopsia sul corpo di Prelati

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

E’ stata sequestrata dalla Procura di Perugia la barriera esterna del viadotto del raccordo in cui è uscito di strada - volando giù per oltre 15 metri - il camion guidato da Ruggero Prelati, l’imprenditore di 76 anni morto sul colpo. Il tratto dell’infrastruttura entro lunedì verrà liberato e verranno effettuati a seguire gli interventi di ripristino per riaprire la corsia di marcia.

Sulla parte “ammalorata” della barriera (che è stata divelta dal mezzo) verranno effettuati accertamenti per verificarne la capacità di tenuta. Il mezzo incidentato era stato sequestrato il giorno del sinistro. Intanto giovedì è stata effettuata l’autopsia sul corpo di Prelati. La famiglia, che ha nominato come legale Virginia Marchesini, si è affidata al consulente medico legale Luca Lalli. Per la procura c’erano i dottori Luca Tomassini e Paola Melai per gli esami istologici. Le lesioni sul corpo combacerebbero con la dinamica del sinistro. E’ stato effettuato un prelievo dell’organo cardiaco - lesionato nell’impatto - per ulteriori accertamenti.

L’obiettivo è verificare l’ipotesi del malore a monte della perdita del controllo del mezzo, che ha prima sbandato sul guard rail della corsia opposta a quella sfondata e poi è volato giù. Ieri alle 17 sono stati celebrati funerali di prelati nella chiesa di Agello, frazione di Magione.