Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Narni, controlli alla spiaggia delle Mole. Allontanati i bagnanti

  • a
  • a
  • a

La giunta Lucarelli subito al lavoro per risolvere il problema delle Mole di Narni e per definire i contorni del bando di affidamento del parco delle Gole del Nera che, nel frattempo, ha subìto anche degli atti vandalici ai bagni pubblici all’ingresso del percorso pedonale. Week end movimentato con molto lavoro da fare per i vigilantes dell’agenzia privata ingaggiati da Comune di Narni ed Enel, il nuovo gestore della diga della zona di Recentino, che, domenica 10 luglio, hanno dovuto allontanare i bagnanti per far rispettare il divieto di balneazione che vige sulle piscine naturali su cui si affaccia il solarium molto frequentato dai turisti nei mesi estivi. Va ribadito, infatti, che il divieto c’è sempre stato ma che, in queste settimane, è diventato ancora più stringente. E sì perché nuovi lavori e interventi alla diga potrebbero aumentare notevolmente i rischi per chi cerca refrigerio in un punto dove, però, non si potrebbe proprio fare il bagno. E poi al riguardo c’è una precisa ordinanza comunale del 3 giugno scorso.

D’altra parte in passato c’è chi si è ritrovato improvvisamente col livello dell’acqua salito e con i vortici che compromettevano la sicurezza in acqua. Dall’amministrazione comunale fanno trapelare che a giorni potrebbe esserci delle novità per risolverà tutta l’annosa questione. L’obiettivo è quello di mettere ulteriormente in sicurezza l’area anche a livello di manutenzione del solarium che ha ormai una certa età. Una regolamentazione pro tempore in attesa dell’affidamento tramite bando ad un gestore che possa valorizzare ulteriormente quella che è diventata un’area di riferimento per il turismo narnese di un certo tipo. L’amministrazione comunale vuole fare le cose per bene e non mettere a rischio l’incolumità dei turisti.

La cittadinanza apprezza moltissimo il parco per la cura della forma fisica e ci va a piedi per correre e fare lunghe passeggiate e in bici. Purtroppo c’è anche chi, nel week end, ha imbrattato la costruzione che ospita i bagni pubblici del parco. “Vengo sempre a correre qui e dalla sera alla mattina ho ritrovato tutto lo stabile deturpato da scritte realizzate con le bombolette spray - ha segnalato il consigliere comunale di Forza Italia, Sergio Bruschini - i tempi per il bando sono maturi e spero che la nuova amministrazione comunale faccia presto. Non sarà facile gestire un parco così vasto e che presenterà enormi costi di gestione. Una manutenzione completa non è più rinviabile".