Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Truffa del petrolio, azienda evade iva per 1.9 milioni di euro. Indagati due umbri

  • a
  • a
  • a

In Umbria i funzionari dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli di Perugia, hanno accertato una evasione dell'Iva per oltre 1,9 milioni di euro. Evasione di una azienda di Roma che commerciava prodotti petroliferi che erano destinati al mercato regionale. Gli accertamenti, coordinati dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Perugia, vedono indagati diversi soggetti tra cui due umbri. La notevole somma evasa è riferita a due annualità di imposta. La società finita nel mirino dell'Agenzia, si interponeva tra il venditore comunitario e gli acquirenti italiani. Venivano emesse fatture inesistenti per consentire di abbattere il costo del carburante. I prodotti arrivavano dai mercati sloveno e croato ed erano destinati a diverse regioni italiane tra cui l'Umbria. Proprio nel Cuore Verde sono iniziati gli accertamenti del Reparto antifrode dell'Ufficio delle dogane di Perugia. Alla società saranno contestate pesanti sanzioni, da 2.2 a 4.5 milioni di euro.