Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni. Piscine dello stadio, c'è un nuovo gestore: riaprono le due vasche

Maria Luce Schillaci
  • a
  • a
  • a

Da mercoledì 6 luglio 2022 tornano i tuffi nelle piscine di viale dello Stadio. L’impianto riapre al pubblico, almeno per la parte natatoria, quindi le vasche dentro e fuori, grazie a un affidamento provvisorio, fino a settembre. Il concessionario Piscine dello Stadio, società presieduta da Alessandro Mastrofini, affida una nuova subconcessione all’Asd toscana Virtus Buonconvento, della provincia di Siena, che ha già in gestione una quindicina di impianti natatori.

 

 

Il nuovo gestore è stato presentato ufficialmente martedì 5 luglio 2022 a Palazzo Spada, dall’assessore allo Sport, Elena Proietti. “La situazione che ci si è presentata a partire dai primi mesi dell’anno, a seguito dei comportamenti dell’ex subconcessionario – ha detto l’assessore – era molto grave e complessa. Sono stati mesi difficili nel corso dei quali il Comune si è assunto le sue responsabilità, ha preso in mano la situazione e ha lavorato in perfetta sintonia con il concessionario con l’obiettivo di salvaguardare gli impianti, di riaprirli per l’estate, di tutelare i lavoratori e cercare di tornare a offrire ai cittadini e alle società sportive un servizio particolarmente importante. E’ sicuramente un buon segnale il fatto che il nuovo subconcessionario abbia voluto utilizzare almeno in parte il personale precedentemente impiegato nelle piscine”.

Di fatto è stata data precedenza ai dipendenti che erano in attivo in precedenza, 4 sono stati assunti a tempo determinato nel settore segreteria e assistenza al cliente, un’altra decina per gli altri servizi.

 

Il presidente della Virtus Buonconvento, Gianluca Valeri, ha spiegato che “la gestione ponte è transitoria, ma nulla ci vieta che potremo essere interessati anche per il futuro. Siamo riusciti a organizzare l’attività estiva dovendo pensare anche ai piccoli dettagli come, ad esempio, l’acquisto di ombrelloni e sdraio. Riaprirà il servizio bar, per i clienti le tariffe per ingressi e abbonamenti restano invariate e cercheremo di censire la situazione dei vecchi clienti”.

Mastrofini ha fatto il punto della situazione venutasi a creare con l’uscita del subconcessionario. “Come concessionari abbiamo effettuato un ulteriore e importante investimento economico per rimettere in funzione l’impianto. Contiamo di avere tutti gli impianti in funzione in autunno. Il lavoro è tutt’altro che concluso, considerando che la cifra investita dal concessionario per la rimessa a norma e il funzionamento è di circa 400 mila euro. Con il vecchio gestore siamo in causa dal 2017. Per quanto riguarda il pozzo, l’acqua è potabile, stiamo ancora rimettendo a posto gli spogliatoi del piano terra e per questa estate saranno in funzione solamente quelli al primo piano. Puntiamo ad arrivare a settembre con l’intera manutenzione completata”.

Niente da fare al momento con il fitness: le attrezzature, a causa del fallimento, sono tutte sotto sequestro.