Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Centumbrie, progetto di un parco pubblico da 7 mila metri quadrati

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

Si chiama Itaca e sarà un grande giardino pubblico di 7 mila metri quadrati aperto a tutti nell’area di Centumbrie, ad Agello, frazione del comune di Magione, in Umbria, dove sorgeranno una fontana, un anfiteatro per ospitare spettacoli teatrali e concerti, un parco giochi per bambini, un percorso verde di un chilometro e mezzo con alberi e piante rigorosamente autoctoni, risistemazione dell’area parcheggi e nuova illuminazione. Il progetto di Itaca, firmato dagli architetti Gianmarco Balucani e Silvia Bazzanti, è concreto e allo stesso tempo visionario, con evidenti finalità anche sociali, è stato illustrato nei locali di Centumbrie, l’azienda ideata e voluta tre anni e mezzo fa, dalla famiglia Menicucci Cinaglia. Marilena e Michele, i due coniugi, hanno ritrovato l’approdo nel Magionese dopo il viaggio di una vita che ha visto partire lei da Mugnano e lui da Corgna, borgo di Lisciano Niccone, per poi tornare nella loro Umbria.

Saranno proprio le pietre della casa di Michele Cinaglia, ormai semi diroccata, a costituire il muro che farà da cornice alla fontana. Un atto di riappropriazione che la dice lunga sul rispetto e l’amore per le proprie radici. Presente l’assessore Silvia Burzigotti del Comune di Magione che è ovviamente entusiasta del Parco. I tempi di realizzazione di Itaca sono ora legati alla burocrazia, ai permessi che Sovrintendenza e Provincia di Perugia devono dare per l’avvio dei lavori. Le carte sono tutte pronte e consegnate. Mancano le firme e poi Itaca sarà realtà. Potremmo dire l’ennesimo progetto che Centumbrie persegue fin da quando l’azienda agraria ha preso forma nel segno dell’innovazione e della sostenibilità delle sue produzioni di qualità.

Non a caso il Gambero Rosso ha assegnato al bar, panetteria, pasticceria Il Molino il titolo Bar dell’anno con l’ambito punteggio di 3 tazzine e 3 caffè; ed è di questi giorni la notizia dell’ingresso di Centumbrie nella prestigiosa guida Pani e Panettieri d’Italia sempre del Gambero Rosso. E dopo l’ormai rinomato ristorante, ecco nascere poche settimane fa Libera Lepre-Osteria & cantina nel podere con vista mozzafiato sulla Piana del Cestola. E a giudicare dall’entusiasmo con cui questa famiglia opera, lavora e progetta, non finisce qui.