Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nodino di Perugia, sì del consiglio comunale e il fronte del no protesta

  • a
  • a
  • a

Il consiglio comunale di Perugia ha approvato con 21 voti a favore e 3 astenuti l’odg presentato dai gruppi di maggioranza a favore della realizzazione del Nodo stradale di Collestrada. Nessun “no” è stato sollevato da Palazzo dei Priori. Nell’atto, illustrato da Francesco Vignaroli (Progetto Perugia) e Michele Cesaro (FI), si evidenzia che il tratto della E45, ricompreso tra lo svincolo di Collestrada e lo svincolo di Ponte San Giovanni, rappresenta ormai da 20 anni una criticità lungo la rete primaria nazionale, vista la congestione ricorrente dovuta alla incapacità dell’infrastruttura di sopportare i flussi che vi insistono. E dopo aver ripercorso tutte le tappe del progetto e gli odg presentati, la discussione, che ne è seguita, ha confermato la necessità di interventi sullo svincolo di Ponte San Giovanni in quanto non previsti nella variante.

La Regione avrebbe già chiesto ad Anas di progettare il raddoppio della rampa dello svincolo di Ponte San Giovanni, operazione da affiancare alla realizzazione della variante, proprio per garantire adeguati interventi anche sui flussi locali e regionali, eliminando l’attuale collo di bottiglia costituito dalle rampe a una sola corsia. Tale intervento, per circa 20 milioni, sarebbe già finanziabile con le somme a disposizione di Anas per la manutenzione della E45 e potrebbe essere realizzato in 3 anni, secondo i favorevoli al progetto. È necessario quindi garantire che i due interventi procedano appaiati nella fase programmatoria, per vederli poi realizzati progressivamente, visti i tempi più lunghi della fase dei lavori della variante, dal costo complessivo di circa 250 milioni. Pertanto l’odg (integrato con gli emendamenti proposti dal Pd e Giubilei ed accolti dai proponenti) impegna l’amministrazione a non ostacolare, nella conferenza dei servizi, la realizzazione del Nodino e a chiedere ad Anas l’immediato avvio dell’iter per realizzare l’ulteriore tratto a due corsie da Madonna del Piano all’ospedale Santa Maria della Misericordia.

Durante il consiglio comunale di piazza IV Novembre si è tenuta una manifestazione indetta dalle associazioni che rappresentano il fronte del no, Sciogliamo il nodo di Perugia. “Il consiglio comunale - riporta una nota del partito Radicale - in un colpo solo fa carta straccia di quanto deliberato poco più di un anno fa, dove avevano prevalso i dubbi sull’utilità dell’opera e la preoccupazione per i danni ambientali connessi, e ignora completamente gli stimoli arrivati dal consiglio grande che si è tenuto appena due settimane fa”. Da parte dei manifestanti l’approvazione dell’atto è stata salutata ironicamente da applausi ed è stato steso un tappeto rosso accanto alla fontana.