Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, le "sentinelle del cielo": il Gruppo volo ha dato il primo allarme del rogo a La Quercia

Giorgio Palenga
  • a
  • a
  • a

Chiamarli le “sentinelle del cielo” non è sbagliato, perché proprio da lassù, in alto, hanno la possibilità di monitorare il territorio di Terni e Narni, decollando in men che non si dica con i loro deltaplani a motore. Non a caso domenica scorsa è stata proprio la loro la prima segnalazione ai vigili del fuoco dell’incendio lungo la Capitonese, che poi si sarebbe propagato a una vasta area del territorio, in località La Quercia, nel territorio comunale di Narni, in provincia di Terni.

 

Il Gruppo volo Odv è composto da nove piloti volontari di deltaplano a motore e, da poco più di un anno a questa parte, è entrato a far parte a tutti gli effetti del Dipartimento di Protezione civile per il territorio di Terni e Narni. I piloti sono Francesco Vino, Gian Paolo Aldini, Luigi Testaguzza, Pierangelo Aldini, Riccardo Mattioli, Silvano Marchettini, Emanuele Brugnetta e Aldo Aldini. Se prima ciascuno di loro si metteva a disposizione singolarmente in caso di emergenze, ora l’aver costituito il gruppo di volontari fa sì che le varie componenti della Protezione civile provinciale sanno di poter far conto sul loro apporto.

“Il nostro impegno – spiega Gian Paolo Aldini, sul cui campo volo Il Palazzone il Gruppo ha la sua base operativa – è per avvistamento incendi, ricerca persone scomparse, calamità naturali, monitoraggio del territorio, incidenti stradali e ferroviari, controllo idrico ambientale e quant’altro possa risultare di pubblica utilità”.

 

Per consentire la formazione della squadra, fondamentale è stato il contributo della Fondazione Carit, che ha molto creduto in questo progetto. Quando all’incendio de La Quercia, segnalato proprio dal deltaplano, le operazioni di spegnimento dei vigili del fuoco si sono protratte per tutta la notte scorsa. Da ieri mattina è iniziata la bonifica e messa in sicurezza anche se, causa vento, qualche focolaio era ancora presente. Ci sono state interruzioni nell’erogazione della corrente elettrica e per le linee telefoniche, problemi che – a quanto riferito ieri dal sindaco di Narni, Lorenzo Lucarelli – si sono però risolti.