Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Furti nel Perugino, arrestati due diciannovenni: uno è accusato anche di utilizzo indebito di una carta bancoposta

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Sono agli arresti domiciliari due diciannovenni accusati di aver commesso due rapine alle porte di Perugia: la prima il 18 aprile ai danni di un'anziana vicino al cimitero di Ponte Valleceppi. Uno dei due avrebbe strappato con violenza la borsa della donna che ha tentato inutilmente di opporsi al furto ed è stata scaraventata a terra. I ladri si sono poi allontanati a bordo di un'autovettura. Il giorno successivo, il 19 aprile, i due malviventi sono entrati in azione a San Martino in Campo, questa volta aiutati da una terza persona ad oggi non ancora identificata. A essere presi di mira uno zaino e una borsa che erano dentro una macchina. Dopo aver compiuto il furto sono stati scoperti dal proprietario che ha tentato di fermarli ma i rapinatori per tutta risposta hanno tentato di investire l'uomo con la stessa auto con la quale avevano messo a segno lo scippo a Ponte Valleceppi.

 

 

Oltre ai reati contestati, uno dei due arrestati, è accusato di utilizzo indebito della carta bancoposta che si trovava dentro la borsa della signora rapinata il 18 aprile. I carabinieri della Stazione di Ponte San Giovanni, supportati da quelli delle Compagnie di Perugia e di Civitavecchia, dopo aver acquisito e analizzato innumerevoli immagini dai sistemi di videosorveglianza nelle zone dove erano avvenuti i furti e ascoltato le persone derubate, hanno identificato i due giovani che ora sono ai domiciliari nelle rispettive abitazioni di Perugia e Cerveteri.