Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

A Gualdo Tadino il campionato umbro di tiro con la balestra da banco

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

E’ il campionato della rinascita e della ripartenza, quello arrivato a due anni di distanza da quando programmato ma proprio per questo più sentito e atteso. Domenica 26 giugno Gualdo Tadino ospiterà l’edizione numero 25 del Campionato umbro di tiro alla balestra antica da banco. In piazza Martiri della Libertà si sfideranno, oltre alla compagnia balestrieri Waldum, la compagnia di Assisi, quelle di Amelia, Montefalco e Norcia.

 

 

“E’ un ritorno che ci auguriamo in grande stile - spiega il presidente della compagnia gualdese, Stefano Ragugini - dopo l’ultima edizione del 2019. La nostra compagnia doveva organizzare il campionato nel 2020 ma poi con il Covid tutto si è fermato. Non vediamo l’ora di gareggiare e siamo orgogliosi che la ripartenza inizi proprio dalla nostra città”. E la conferma che finalmente quest’anno verrà assegnato nuovamente il titolo singolo e a squadre è arrivata pochi mesi fa, mettendo in modo tutta la macchina organizzativa. “Ci siamo subito attivati e per questo non posso che ringraziare membri della compagnia - aggiunge Ragugini - Comune di Gualdo Tadino e Regione Umbria per il patrocinio e gli sponsor locali che hanno sostenuto questo progetto che ha richiesto un’attenta pianificazione per i regolamenti da seguire”. In piazza si tornerà quindi allo spirito di leale competizione e amicizia che distingue le cinque compagnie umbre affiliate alla Lega italiana del tiro alla balestra (Litab) che si ritroveranno tutte insieme (in totale saranno 12) a settembre a Chioggia per i campionati nazionali.

 

 

Una giornata di festa che vedrà anche la sfilata del corteo delle compagnie con oltre cento figuranti e lo spettacolo degli sbandieratori gualdesi. Prevista la presenza delle autorità, dei priori delle quattro Porte e del presidente dell’Ente Giochi, Claudio Zeni. Protagonisti, oltre alla precisione e all’abilità dei balestrieri, anche piazza Martiri della Libertà e tutto il centro storico. “Abbiamo voluto fortemente che una rassegna di questo tipo si svolgesse in piazza, nonostante le difficoltà che questa location comporta a livello di normative. La magia del corteo e della gara che affrontiamo rigorosamente in costume storico non ci sarebbe stata in un altro posto. E poi ci auguriamo che la scelta del centro richiami più persone possibili ad assistere, perché anche il Campionato regionale della balestra altro non è che una festa di popolo”. L’auspicio è che la manifestazione faccia avvicinare qualche nuovo appassionato alla disciplina, aperta sia a uomini che a donne. “Vorrei ringraziare sin da ora la città per la vicinanza - conclude Ragugini - perché spero che il nostro campionato sia anche segno di ripartenza e di pace per tutti”. Ora non resta che aspettare domenica per vedere chi seguirà Norcia nel palmares del Campionato regionale.