Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, violentata dagli amici più grandi: due giovani a processo

Esplora:
La vicenda è finita in tribunale a Perugia

Fra. Mar.
  • a
  • a
  • a

Una serata con due amici che si trasforma in un incubo. E’ quanto sarebbe accaduto a una ragazzina di circa 18 anni la scorsa estate. La scuola appena chiusa e un invito con due ragazzi di poco più grandi di lei. Amici di amici con la macchina per spostarsi in autonomia. La gita fuori città per fare una passeggiata, il passaggio in quel locale per balla, qualche bicchiere di troppo e poi tutto che cambia. 

 


Era giugno dello scorso anno quando la ragazzina si presentò a sporgere denuncia perché, raccontò agli inquirenti e in ospedale, era stata violentata da due suoi conoscenti. Gli stessi ventenni - difesi dagli avvocati Francesca Forlucci, Gianni Zurino e Gianfranco Virzo che, ieri mattina, sono stati rinviati a giudizio per violenza sessuale aggravata. Secondo l’accusa - il titolare del fascicolo è il pm, Giampaolo Mocetti, le violenze si sarebbero susseguite sia all’esterno che all’interno dell’automobile. La ragazza - che nel processo si è costituita parte civile con gli avvocati Carlo Orlando e Stefano Tentori Montalto - sarebbe stata anche trattenuta a terra mentre uno dei due imputati tentata un approccio sessuale con lei. 

 


Un altro evento simile, secondo la ricostruzione accusatoria, si sarebbe verificato in auto, sul sedile posteriore. Il pm contesta ai due ragazzi l’aggravante di “aver commesso il fatto con l’utilizzo di sostanze alcoliche avendo l’imputato incitato prima dei fatti la vittima a bere diversi bicchieri dicendole che si trattava di the”. La ragazza è stata già sentita in incidente probatorio.