Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lisciano Niccone, uomo trovato morto in piscina: fatale un malore

Roberto Baldinelli
  • a
  • a
  • a

E' stato ritrovato morto questa mattina, in una piscina di una villa privata di Crocicchie - frazione del Comune di Lisciano Niccone - Massimo Moscioni, 56 anni, di professione falegname. L'uomo, che in questi giorni viveva da solo perché la moglie, di origine tedesca, era tornata in Germania per lavoro, è stato trovato cadavere dal custode della proprietà o comunque un addetto alle manutenzioni del casolare, che ha dato subito l'allarme.

 

 

Il medico legale Anna Maria Verdelli ha appurato che Massimo Moscioni è morto lunedì pomeriggio tra le 15 e le 18. L'uomo viveva solo - ha due figlie che però risiedono lontano da casa per motivi di studio - e quindi il suo mancato rientro nel tardo pomeriggio non è stato notato da nessuno. Per la ricostruzione degli inquirenti, la causa della morte è annegamento a causa di un malore che gli ha provocato un arresto cardiocircolatorio. La Procura di Perugia non procederà all’autopsia sulla salma della vittima, restituendola ai familiari per le esequie funebri.