Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cosa fare il weekend in Umbria, gli appuntamenti di sabato 18 e domenica 19 giugno. Le infiorate a Città della Pieve, Spello, Cannara e San Gemini

Simona Maggi
  • a
  • a
  • a

Sbocciano, nel fine settimana, le infiorate nei borghi dell’Umbria. Dopo due anni di stop a causa della pandemia alcune città della regione si colorano di variopinti “tappeti” ornamentali che si diramano lungo tutte le vie e le piazzette, offrendo uno spettacolo gioioso di colori ai numerosissimi visitatori che arrivano per visitare i borghi. Ecco i principali appuntamenti qua e là per l’Umbria. Si inizierà da Città della Pieve con l'infiorata di San Luigi Gonzaga che animerà il borgo fino al 26 giugno. Oggi dalle 15.30 l'appuntamento è con “Di fiore in fiore”, laboratorio creativo per bambini da 6 a 10 anni. Domani, sabato 18 giugno dalle 15.30 i turisti potranno andare alla scoperta de il Casalino: visita guidata nei luoghi simbolo del quartiere. Intanto fino a domenica 19 e poi dal 23 al 25 giugno dalle 20 è attiva la taverna del Barbacane. Tra le specialità che si potranno gustare pici all'amatriciana, lumache al pizzico, cinghiale al dregoncello e carni alla brace. Spostandosi a Sigillo anche qui l'appuntamento è domenica con i tappetti di petali. Si inizierà alle 6 quando gli artisti locali si metteranno al lavoro. Alle 11 si terrà la storica processione del santissimo sacramento per le vie del centro storico. Sarà anche l'occasione per scoprire il borgo e fare una passeggiata tra i vicoli alla scoperta della storia. Anche a Cannara domani e domenica torna la magia dell'infiorata. L'appuntamento è domani nel centro storico per il tradizionale appuntamento con la notte più lunga dell’anno. Domenica ci sarà il clou con la processione in onore del Corpus Domini che si snoderà tra i suggestivi tappeti di fiori.

 

 

Quella che richiama turisti anche da fuori regione è quella di Spello con le artistiche infiorate del Corpus Domini che torneranno a colorare le vie e le piazze del centro storico. La città è pronta ad accogliere i visitatori e i turisti che arriveranno nel weekend di domani e domenica. Il format dell’evento resta invariato rispetto al passato, con tante iniziative collaterali che faranno da cornice al lavoro certosino dei gruppi infioratori e al concorso: mostre di bonsai e di fotografia, mostra mercato di florovivaismo e artigianato, che quest’anno si sposta nei pressi della villa dei mosaici area Sant’Anna, visite guidate notturne, abbellimenti floreali realizzati per il concorso “Finestre, balconi e vicoli fioriti” promosso dalla Pro loco, cui si aggiungono la mostra permanente dei bozzetti al museo delle infiorate, i ristoranti e gli esercizi commerciali aperti tutta la notte. Mentre gli infioratori lavoreranno chini a terra, il pubblico potrà guardare, conversare e anche partecipare alla ormai consueta infiorata dei turisti. Per tornare a colorare Spello delle sue splendide infiorate è stato necessario lavorare tutti insieme al piano di sicurezza, con regole e accortezze che ci sono utili, in generale, per migliorare l’evento sul piano organizzativo per chi arriverà in auto, pullman, camper e moto, l’importanza di prenotare online i parcheggi, dalla homepage del sito e della pagina Facebook delle Infiorate di Spello e della Pro loco di Spello. La prenotazione del parcheggio consente la possibilità di conteggiare le presenze e garantisce ai visitatori la priorità di accesso alla manifestazione (nell’ottica di un possibile superamento del numero massimo di visitatori ammissibili secondo la normativa vigente). In questo modo gli organizzatori saranno in grado di rispettare le misure anti-assembramento offrendo agli abitanti spellani, ai visitatori e ai turisti presenti per l’occasione di vivere un’esperienza sicura e piacevole, anche più del passato. Per le auto sono consigliate l’uscita Spello centro per chi arriva da nord (Perugia-Cesena) e l’uscita di Foligno nord per chi proviene da sud (Spoleto-Ancona), mentre per pullman, camper e moto l’uscita è Spello nord. Per quanto riguarda la viabilità pedonale all’interno del borgo, è stato definito un solo percorso a senso unico che da piazza Kennedy sale al belvedere Cappuccini. Da lì poi, passando per l’unico breve tratto a doppio senso in via Mazzini (chiesa di San Lorenzo), si ridiscende verso piazza della Repubblica dove varie uscite laterali consentiranno di arrivare alla parte bassa della città e ai parcheggi. Interessanti anche le interazioni con le istituzioni scolastiche. Oltre al liceo scientifico Marconi di Foligno che realizzerà la sua consueta infiorata, è stata annunciata la presenza di alcuni ragazzi del liceo scientifico Temistocle Calzecchi Onesti di Fermo che dalle Marche arriveranno a Spello per realizzare alcuni tappeti con la tecnica delle tassellazioni, sempre sotto la guida esperta di alcuni infioratori spellani. I fiori uniti all’arte sono l’elemento distintivo di Spello. Il binomio infiorate e allestimenti floreali della città è un modello attrattivo ormai consolidato che aggiunge alla manifestazione delle infiorate spellane un maggior fascino e prestigio rispetto ad altre realtà italiane e che ci ha fatto conoscere come Città dei fiori. Inoltre c'è anche “Spello giardini in fiore”, mostra mercato di florovivasimo organizzata in occasione delle Infiorate del Corpus Domini. L’appuntamento con tutti gli appassionati e i professionisti del verde è domai e domenica nei giardini che si trovano ai piedi del borgo. La mostra, inserita nel programma de “Le Infiorate di Spello” apre alle 12 di domani per proseguire senza interruzioni fino alle 21 della domenica, andando ad arricchire la suggestiva e artistica “Notte dei Fiori” di Spello. La notte tra domani e domenica sarà magica e ricca di appuntamenti con musica, spettacoli e tanto divertimento.

 

 

Torna anche l’infiorata del Corpus Domini a San Gemini (Terni). Si inizierà domani con la realizzazione dei tappeti di fiori in tutto il centro storico della cittadina. Domenica si terrà la messa a Santo Gemine e poi seguirà la processione del Corpus Domini.