Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, sottrae 80 mila euro ad anziano malato: condannata a due anni e mezzo

Esplora:
Niente convalida dell'arresto

Fra. Mar.
  • a
  • a
  • a

Condannata a due anni mezzo e al pagamento di una provvisionale di 30 mila euro per aver sottratto qualcosa come 80 mila euro a un anziano che che soffriva di patologie neurodegenerative. La sentenza di condanna per circonvenzione di incapace, nei confronti della 32enne residente in provincia di Perugia, che aveva conosciuto l’uomo sul posto di lavoro, è arrivata ieri pomeriggio. Secondo quanto contenuto nel capo di imputazione, la giovane aveva “indotto l’anziano a sottoscrivere i documenti utili a ottenere un finanziamento con una banca utilizzandolo poi per il pagamento di una Nissan di cui l’uomo diventava inconsapevolmente il proprietario, rimanendo obbligato al pagamento di 72 rate mensili da 427 euro ciascuna”.

 

 

Non solo, una settimana dopo “lo induceva a sottoscrivere l’atto di vendita dell’automobile a un uomo di origine tunisina per 24.900 euro”. Ma quei soldi non sono mai arrivati alla vittima. Non ancora soddisfatta la donna, lo avrebbe indotto a sottoscrivere pure un finanziamento di 22 mila euro e a “consegnarle la somma in contanti” mentre all’uomo restavano “48 rate mensili da 582 euro ciascuna”.

 

 

Sempre in quello stesso periodo, secondo l’accusa, si era fatta consegnare altri 8 mila euro in contanti. L’anziano si era costituito parte civile con l’avvocato, Vincenzo Maccarone.