Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, passerella di via San Valentino pronta entro la fine di agosto

Simona Maggi
  • a
  • a
  • a

“Entro agosto 2022 la passerella pedonale di via San Valentino, che collega il parcheggio alla basilica del patrono di Terni, sarà di nuovo accessibile”. Queste le parole del Rup del Comune, l'ingegner Matteo Bongarzone. I lavori stanno procedendo velocemente. Negli anni tanti sono stati i problemi sollevati soprattutto dai disabili e dai loro familiari che per recarsi in basilica erano costretti a fare un lungo giro.

 

 

Anche il presidente della Unmil, Gianfranco Colasanti, più volte aveva evidenziato le criticità che si potevano presentare a un diversamente abile che voleva recarsi in basilica. L'assessore comunale ai Lavori Pubblici e vicesindaco, Benedetta Salvati, si è impegnata in prima persona e i lavori stanno procedendo bene. 

Per risolvere radicalmente il problema, piuttosto che riproporre una nuova passerella in legno, è stato deciso di realizzare una struttura completamente in acciaio con le stesse caratteristiche geometriche di quella esistente. Pochi giorni fa c'è stato lo smontaggio completo ed il calo a terra della passerella.

Il prossimo step sarà quello del montaggio della nuova passerella con impalcato in grigliato metallico ed il collegamento dei nuovi punti luce a led alla rete pubblica. 

 

 


A completare l’intervento ci saranno dei lavori di manutenzione ordinaria. Che si faranno sui servizi igienici ospitati al piano terra del torrino scale–ascensore, sulle pavimentazioni dei percorsi pedonali che portano al sagrato della basilica del Santo con la messa in esercizio dell’ascensore. E così ad agosto 2022 si potrà vedere la nuova opera completata. Tutto ha avuto inizio nel novembre del 2015 quando sono state inaugurate le opere di abbattimento delle barriere architettoniche, volute dal presidente della Unmil Colasanti. Un intervento di riqualificazione che aveva visto compartecipi le associazioni dei disabili, riunite nella federazione Fada, con il sostegno della Fondazione Carit. A febbraio 2016 però la passerella è stata chiusa perché non a norma e l'ascensore non funzionante. 


“Dopo tanti anni in cui - spiega Gianfranco Colasanti, presidente dell'Unmil - ho denunciato i disagi che incontravano i diversamente abili e le loro famiglie per andare in basilica perchè non potevano utilizzare l'ascensore e la passerella ora finalmente ad agosto avremo una nuova struttura. Per questa opera ringrazio l'assessore Salvati per aver mantenuto la promessa di risistemare la passerella, l'ingegnere Matteo Bongarzone per avermi portato a vedere i lavori in atto e anche tutto lo staff con gli architetti Piero Giorgini e Antonio Iano e il geometra Stefano Giangiacomo”.