Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Assisi, truffa on line: cerca di vendere attrezzatura sportiva e una donna gli ruba 500 euro

  • a
  • a
  • a

Una truffa tira l'altra. In particolare online. Stava cercando di vendere attrezzatura sportiva, ma un pensionato di Assisi è rimasto vittima di una truffa e ha perso 500 euro. Lo rende noto il comando provinciale dei carabinieri di Perugia.

Secondo l’ipotesi investigativa dei carabinieri della stazione di Santa Maria degli Angeli agli ordini della compagnia di Assisi guidata dal capitano Vittorio Jervolino, l’autrice sarebbe una donna siciliana che, dopo aver scambiato vari messaggi con il venditore, si è detta interessata ad acquistare il materiale sportivo, lo ha contattato telefonicamente per “aiutarlo” con le operazioni da effettuare allo sportello Atm per ricevere la cifra pattuita.

L’uomo, non avendo dimestichezza con tali operazioni, si è fidato, ma invece di farsi bonificare 500 euro ha effettuato due ricariche sulla carta della donna, che a quel punto ha riattaccato e si è resa irreperibile. Solo allora la vittima ha capito di essere stata truffata e, dopo averne avuto la certezza contattando il suo istituto di credito, l'uomo si è recato dai carabinieri a sporgere denuncia. I militari hanno denunciato la donna in stato di libertà per l’ipotesi di reato di truffa; la vicenda è al vaglio dell’autorità giudiziaria perugina.